VOGUE DICE STOP ALLE BABY MODELLE IN PASSERELLA

VOGUE DICE STOP ALLE BABY MODELLE IN PASSERELLA

Tema scottante, quello trattato da Vogue: stop alle baby modelle

L’industria della moda sempre sotto accusa. Dopo le campagne contro l’anoressia, Vogue America alza i toni sulle baby modelle.

Tre nomi a caso per comprendere la portata del problema: Willow Smith, Lily-Rose Depp e Kaia Gerber. I loro nomi, chiaramente, sono altisonanti ma dietro ai loro bei faccini adolescenziali si cela una macchina operativa ancora più complessa.

Mame Moda Vogue dice stop alle baby modelle in passerella. Kaia Gerber
Kaia Gerber è stata accusata di essere troppo magra

Willow Smith è la secondogenita della coppia formata da Will Smith e Jada Pinkett Smith. Il suo debutto cinematografico avviene al fianco del padre con il film “Io sono leggenda“. Si sente più a suo agio seduta comodamente nel front row ma ha posato per le campagne pubblicitarie di Chanel e Marc Jacobs a soli quindici anni.

Lily-Rose Depp, nata dalla relazione tra la modella e attrice francese Vanessa Paradis e l’attore americano Jonnny Depp, calca la passerella a soli diciassette anni diventando, successivamente, volto di maison Chanel.

Caso discusso – non fosse altro per la sua sospetta anoressia – è quello di Kaia Gerber, figlia della celebre top model anni Novanta, Cindy Crawford. Anche per lei, l’esordio in passerella avviene a  quindici anni anche se, a dieci anni, è già volto per l’ADV Versace Kids.

Ma se dovessimo volgere lo sguardo al passato, non dovremmo dimenticare il debutto della giovanissima Naomi Campbell in passerella a sedici anni per il suo “mentore” Azzedine Alaïa.

In verità, l’articolo comparso su Vogue America che reca la firma di Maya Singer, denuncia il sistema moda quasi eguagliandolo  allo sfruttamento minorile.

La giornalista, infatti, denuncia le fatiche di una delle baby modelle più conosciute degli ultimi anni, Pasha Harulia. La ragazza, che oggi ha diciannove anni, ha dichiarato gli sforzi e le difficoltà di una vita intensa passata tra shooting – spesso costretta a vestire 100 look in un solo giorno- e passerelle.

Mame Moda Vogue dice stop alle baby modelle in passerella. Willow Smith
Willow Smith nell’ADV autunno/inverno 2015-16 di Marc Jacobs

Il suo debutto in età adolescenziale – aveva solo quindici anni – le ha rubato la spensieratezza di quegli anni. Come da lei raccontato, infatti, non sapeva nemmeno chi fosse Balenciaga ma da lì a poco, avrebbe sfilato proprio per la nota casa francese.

Ma Harulia non è sola.

I casi si moltiplicano e, come denunciato nell’articolo, i modelli possono arrivare a sfilare anche all’età di undici anni come nel caso di Andreea Diaconu.

Qual è quindi la proposta di Condé Nast? Il gruppo chiede che nessun minorenne sia fotografato negli editoriali se non con immagini appropriate alla loro età e per editoriali o campagne pubblicitarie inerenti al target e tipologia di marchio in oggetto.

 

 

Nei mesi scorsi, il gruppo editoriale ha estromesso Mario Testino e Bruce Weber dalla redazione perché accusati dal alcuni modelli di comportamenti poco leciti sul set.

Vogue e Condé Nast, dunque, aprono un varco a sostegno del #Metoo dimostrando sensibilità nei riguardi dei modelli che ruotano nell’orbita della suddetta società editoriale.

 

La voce Balenciaga è consultabile nel Dizionario della Moda di MAM-e.it

“Mi è capitato di vederlo per caso una volta alle tre del pomeriggio, in un piccolo bistrot, solo, triste, elegante, consumare una colazione con omelette e olive nere e scambiare qualche tenero sguardo col suo cane che, se ben ricordo, era uno di quei piccoli bulldog detti “i cani della Regina d’Inghilterra”. Un maligno mi ha raccontato che negli ultimi anni, un po’ maniaco e sempre più solitario, teneva in tasca un fazzoletto di lino col quale puliva il sedere del suo cane ogni volta che questi evacuava per la strada.”

Read More

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri