Victoria's Secret 2018 la bellezza di Winnie Harlow
Moda,  Spettacolo

VICTORIA’S SECRET 2018: NUOVA BELLEZZA CON WINNIE HARLOW

Dopo le critiche a Victoria’s Secret, nel 2018 Winnie Harlow contribuisce ad un passo avanti nel cambiare i canoni di bellezza feemminile

 

Lo show

Angeli di Victoria's Secret 2018
Alcuni Angeli di Victoria’s Secret allo show 2018

L’otto novembre si è svolto a New York l’attesissimo fashion show di Victoria’s Secret. Da più di vent’anni l’evento porta in passerella le top model più acclamate per promuovere il brand di lingerie. Gli Angeli di Victoria’s Secret, infatti, sfoggiano i loro corpi perfetti in elaborati modelli di intimo, tra coreografie spettacolari dando vita a molto più che una semplice sfilata: il fashion event più seguito dell’anno.

Kelsey Merritt: prima modella filippina per Victoria's Secret
Kelsey Merritt, prima modella filippina a sfilare per Victoria’s Secret

Le critiche

Data l’incredibile visibilità dello show, entrare a far parte della squadra degli Angeli è spesso uno degli obiettivi più ambiti per le modelle.  Questo ha portato il brand al centro di molte polemiche. Negli ultimi anni, infatti, si è rafforzato il dibattito sul modo in cui il mondo della moda finisca per dettare i canoni di bellezza femminile. Il mondo del fashion è accusato di presentare in passerella solo determinate tipologie di corpi spesso poco rappresentativi della realtà.

C’è da dire che dal 2015 Victoria’s Secret ha aumentato il livello di inclusività nella scelta delle modelle, almeno dal punto di vista etnico. Nel 2017, infatti, il 50% degli Angeli presenti in passerella vantavano origini africane, asiatiche o ispaniche. Inoltre, nel 2018 la squadra ha dato il benvenuto a Kelsey Merritt, prima modella filippina a sfilare per il brand. La strada tuttavia è ancora lunga, le critiche e i boicottaggi sono molti ed ogni passo avanti su questo fronte può essere accolto come una grande conquista.

 

Winnie Harlow e la bellezza autentica

Giovedì, protagonista di una piccola rivoluzione in questo senso è stata la modella Winnie Harlow. Il suo vero nome è Chantelle Brown-Young, ha 24 anni ed è canadese di origini giamaicane. Winnie è la prima modella al mondo affetta da vitiligine, una malattia della pelle che la affligge da quando aveva 4 anni. La malattia, che provoca la depigmentazione progressiva di alcune aree della pelle, l’ha fin da giovanissima esposta ad insulti ed episodi di bullismo dal forte impatto emotivo. Harlow, però, ha vuto la forza di andare oltre i giudizi. Si è fatta attiva portavoce delle difficoltà legate a questa malattia, oltre che promotrice di una bellezza autentica e non stereotipata.

 

La carriera da modella

Il suo percorso da modella è iniziato per caso quando Tyra Banks si è imbattuta nel suo profilo Instagram. Nel 2014 Winnie era tra le finaliste della ventunesima edizione di America’s Next Top Model e da allora la sua carriera è sbocciata. La Harlow da quel momento ha sfilato per brand quali Fendi, Coach, Marc Jacobs e Julien Mcdonald.

Winnie Harlow per Victoria's Secret al Fashion Show 2018
La modella Winnie Harlow al Fashion Show 2018 di Victoria’s Secret

La modella non ha rinunciato al suo ruolo da attivista ed usa la sua notorietà per continuare a mettere in discussione i modelli di bellezza standardizzati della società occidentale.

Victoria’s Secret, è sempre stato un obiettivo fondamentale per Winnie, come ha dichiarato in una intervista per Vogue.

Ha osservato, infatti, che “Nella maggior parte dei fashion show l’attenzione è rivolta ai vestiti ma nel caso di Victoria’s Secret, per quanto gli stilisti siano incredibili, l’enfasi è sulle modelle” e questo fa dello show un’incredibile occasione per parlare del significato di bellezza femminile. L’anno scorso Harlow non era stata selezionata dal brand, ma grazie alla sua determinazione lo show di giovedì l’ha vista sfilare raggiante tra gli altri Angeli.

 

Continua l’opposizione alle modelle curvy

La presenza di Winnie al Victoria’s Secret Fashion Show e il messaggio che la modella porta letteralmente “scritto sulla sua pelle” (come lei stessa afferma nel TEDxTeen Talk intitolato “My Story is Printed on my Body”) sono una vittoria importante. Tuttavia, c’è molto ancora da discutere per quanto riguarda il ruolo della moda nella promozione di stereotipi di bellezza femminile negativi.

Robyn Lawley Instagram campagna modelle curvy Victoria's Secret
Il post di Instagram in cui Robyn Lawley lancia la sua campagna per chiedere a Victoria’s Secret di accettare le modelle curvy

Per quanto riguarda Victoria’s Secret, il marchio viene, tra le altre cose, ancora molto criticato per il rifiuto di includere modelle curvy nelle sue passerelle.

Ad ottobre di quest’anno la modella curvy Robyn Lawley ha invitato le sue colleghe a boicottare lo show ed ha lanciato una petizione su Change.com per cercare di cambiare l’atteggiamento di Victoria’s Secret che, a suo dire, “ha dominato la scena per quasi 30 anni dicendo alle donne che esiste un solo tipo di corpo”.

 

 

La strada è ancora lunga

Winnie Harlow vitiligine talk show
La modella e attivista Winnie Harlow parla ad un talk show

È evidente, quindi che c’è ancora molto da fare. Le grandi firme della moda hanno una grande responsabilità nel proporre modelli di bellezza spesso presi ad esempio da donne e ragazze.

Come riflette ancora Winnie Harlow, “Viviamo in un mondo variegato con donne bellissime di diverse forme, taglie ed etnie (…) é importante che continuiamo a ad assicurare che questa inclusvità non sia solo una moda ma diventi uno standard”.

Fino ad allora possiamo goderci lo show ed ammirare quei corpi bellissimi e quasi irreali, domandandoci quanto la nostra idea di bellezza femminile sia influenzata da ciò che la società ogni giorno trasmette.

 

LEGGI ANCHE:

Victoria’s Secret

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!