Venezia: mostra al fondaco dei tedeschi
Moda,  Mostra

VENEZIA: MOSTRA AL FONDACO DEI TEDESCHI

I’m not Cinderella

La mostra al Fondaco dei Tedeschi dal titolo I’m not Cinderella, I just love shoes, sarà ospitata al quarto piano del distretto del lusso veneziano. Aperta al pubblico a titolo gratuito dal 16 Novembre 2018 al 13 Marzo 2019, vedrà protagonista una nutrita serie di calzature femminili dei più noti brand del fashion. L’esposizione è stata organizzata in collaborazione con DFS,  il lifestyle department store di Venezia, che ha nel suo DNA una vocazione di operatore culturale. Nasce così l’idea di riunire oltre quaranta modelli di calzature con tacco della storia del design dell’accessorio dagli anni ’60 ad oggi, gentilmente messe a disposizione dal Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi, il quale vanta una collezione di oltre 1500 pezzi. Tra i brand esposti, solo per citarne alcuni, ci sono: Christian Dior, Givenchy, Emilio Pucci, Fendi, Nicholas Kirkwood, Kenzo, Loewe e Celine.

4 donne

Aspetto interessante è che il progetto è gestito in funzione del profilare quattro tipologie di donna, identificate appunto attraverso la scelta della scarpa. Vediamoli insieme.

Eleganza equilibrata: “Equilibrata, razionale, misurata, non ama mettersi in mostra. Predilige ciò che è nitido, pulito, preciso, semplice. La sua identità è centrata sull’identificazione con i valori del suo gruppo: la moda l’aiuta a comunicare l’adesione a questi valori, attraverso uno stile semplice, curato e di pregio. Per lei le scarpe sono espressione di eleganza e di misura.”

Ambizione grintosa: “Ambiziosa, di forte volontà, competitiva, con impulsi forti. Impaziente di fronte ad ostacoli e ritardi. Ama i ruoli di leader e di controllo e cerca di far valere la sua influenza sugli altri. Non tiene in molta considerazione le convenzioni sociali, le piace essere imprevedibile e mutare. Per lei i tacchi sono come un’arma: sono un modo per affermarsi e dominare.  Sceglie le scarpe per comunicare con chiarezza il suo ruolo di potere.”

Successo estetico: “Ha un atteggiamento positivo rispetto la vita, nutre numerosi interessi. È intraprendente e orientata verso l’autorealizzazione. Il suo stile di vita è incentrato sull’estetica e il senso del bello. L’eleganza è il suo obbiettivo. Per lei le scarpe sono espressione di successo e identifica la loro bellezza come un’esperienza emozionale.”

Creatività audace: “È indipendente, autonoma e libera, non ama le imposizioni e spesso agisce d’impulso. È incuriosita da tutto ciò che è creativo, le piace essere osservata. Predilige capi eccentrici e all’avanguardia per farsi notare e anticipare le tendenze. Per lei le scarpe sono un modo per esprimere la sua unicità e attrarre l’attenzione degli altri: le piacciono i modelli estrosi e audaci.”

L’allestimento

L’allestimento per la mostra al Fondaco dei Tedeschi è stato concepito come una scatola bianca, per garantire il massimo risalto della fattezza e del colore delle calzature esposte. Le scarpe inoltre non sono state inserite in teche, ma bensì la maggior parte è stata poggiata a terra, idealmente pronta per essere indossata.

Leggi anche

Vogue e il comune di Milano insieme per il Photo Vogue Festival 2018

La moda secondo i Gonzaga: conferenza a Mantova

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!