Mame Moda Valentino i dettagli meravigliosi di Piccioli. Cappello piume
Moda

VALENTINO: I DETTAGLI MERAVIGLIOSI DI PICCIOLI

La sfilata spring/summer 2’19 di Valentino consacra Pier Paolo Piccioli l’erede prescelto del signor Garavani

I dettagli fanno la differenza. Della collezione primavera/estate 2019 di maison Valentino si è già detto molto. Tra retoriche e ovazioni, parole spesso scontate per noi giornalisti e definizioni idolatriche.

La verità, sia chiaro, è che qualsiasi commento si spenda per riferire questo défilé diventa grandiloquente. Piccioli, senza alcun artefizio, riassume la ricerca incostante del bello che oggi, in un’era di depressione del sogno della moda, diventa un coraggioso atto verso il proprio mestiere.

E se di libertà parla la collezione, allora tutti dovremmo sentirci liberi di prendere una posizione rispetto a ciò che ci circonda. Questa collezione parla ai nostalgici e ai sognatori. A quelli che osservano perché guardare è solo sintomo di superficialità. È dedicata a coloro che cercano incessantemente il dettaglio che fa la differenza e che voltano le spalle all’incomprensibile smania di apparire a tutti i costi.

È una nicchia, un riparo dall’inutile. La parafrasi di ciò che dovremmo recuperare e che lentamente va perduto.

Il guardare una cosa e ben diverso dal vederla. Non si vede una cosa finché non se ne vede la bellezza“, disse Oscar Wilde. E da qui, il commento della collezione firmata da Piccioli per Valentino.

Si osservano i capi Couture sulla passerella perché, come da lui dichiarato: “Mi interessa portare la moda nella strada che la strada nella moda“. Un riscatto a favore del creato. Come un bussare alla porta degli atelier e accendere la fiaccola della passione. Suscitare un’emozione affinché gli spettatori possano sentirsi partecipi di un mondo che ancora appartiene all’élite e che beffeggia il circo mediatico che gli ruota attorno.

L’Alta Moda affianca il ready-to-wear in un gioco danzante di tessuti leggiadri e di linee generose. Di ricami pregiati e sofisticate interpretazioni.

Il faille di cotone è il protagonista della futura stagione estiva. È stato chiamato a realizzare abiti couture come la tunica nera o gli abiti da sera rossi con maniche a palloncino che rimembrano i look da jeunes filles anni Ottanta.

La fitta plissettatura adorna abiti dalla linea pulita come un ventaglio che si apre sul mondo. Questa rappresentazione bucolica, dove libertà è anche sinonimo di evasione dalla quotidianità, vede un’esplosione di fiori stilizzati, talune volte ricamati dalle madre della Couture, le sarte.

 

Scopri anche

Balenciaga marcia verso il futuro

Poiret Ss19, femminilità al cardiopalma

 

La voce Valentino è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Mia madre disse: “Li senti? Vogliono te, perché ce l’hai fatta, hai vinto”. Dopo nemmeno un’ora, avevano comprato l’intera collezione ed ero sommerso di ordinazioni.”

READ MORE

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!