UNA PIOGGIA DI METEORITI PER LA OFF-WHITE S/S 2020

UNA PIOGGIA DI METEORITI PER LA OFF-WHITE S/S 2020

L’assenza fisica di Virgil Abloh alla presentazione della Off-White S/S 2020 durante la Settimana della Moda di Parigi ha preoccupato i fan, accorsi numerosi.

Ma la Off-White S/S 2020 non delude affatto. E Virgil Abloh, che aveva annunciato la sua assenza qualche settimana fa, sembra essere più presente che mai.

METEOR SHOWER

Letteralmente una “pioggia di meteoriti” è il concept a cui si ispira questa collezione Primavera/Estate, apparentemente in disaccordo con il concetto di empowerment e di autodeterminazione femminile che trasuda dalla collezione.

Il Women Power, lo spirito di adattamento femminile, la resilienza e la capacità di risorgere, raccontati nella Off-White S/S 2020, sono tali che una donna potrebbe resistere anche ad una pioggia di meteoriti. Un evento atmosferico di tale portata lascia però immensi crateri sugli abiti e sugli accessori.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco allora che nelle sale del Centre Pompidou sfilano vuoti di materia pieni di significato. Cut out e oblò di varie dimensioni compaiono su stivali, pantaloni, lunghi guanti e sulle shopper.

La proposta della maison, stile formaggio svizzero a buchi, si trasforma in luogo funzionale. I buchi, a tutti gli effetti, diventano impugnature per le borse. I colori virano dal bianco optical, alle sfumature tenui del giallo ai toni neon del fucsia.

Gli abiti e le t-shirt hanno trame a rete più o meno fitta, da indossare sulla pelle nuda, in un gioco sensuale di “vedo-non vedo”. Molto gettonati gli abiti chemisier da indossare nei modi più disparati: sbottonati, sugli shorts o sui pantaloni aderentissimi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma la moda concettuale di Off-White S/S 2020 non è solo un inno alla grinta femminile. Lo streetwear, icona della maison, viene sublimato e trasformato in lusso estremo.

Abiti paracadute, realizzati in tessuti tecnici come pvc e anorak, diventano outfit adatti al Gran Galà e lasciano sapientemente scoperte spalle e gambe. Il must della collezione, indossato da Bella Hadid – musa di Virgil Abloh – chiude il défilé. L’abito sui colori neon, ha una gonna ampia e vaporosa ed il suo passaggio è sottolineato da un fascio di luce rossa.

LEGGI LA VOCE DI VIRGIL ABLOH SUL DIZIONARIO ONLINE DELLA MODA DI MAM-E.IT

Nato nel 1980 Virgil Abloh è un fashion designer, DJ e produttore musicale americano. Originario dell’Illinois, Virgil nasce in una famiglia di immigrati ganesi. Dopo una prima laurea in Ingegneria Civile presso la  University of Wisconsin–Madison, ottiene nel 2006 un Master in Architettura all’Institute of Technology dell’Illinois.”

Continua…

LEGGI ANCHE

Il racconto del Mese della Moda 2019

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Susanna Ferrari
Articoli dell'Autore / Susanna Ferrari

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>