TOMMY HILFIGER PREMIATO DA SAVE THE CHILDREN

TOMMY HILFIGER PREMIATO DA SAVE THE CHILDREN

Importante riconoscimento per Tommy Hilfiger: il designer americano sarà premiato da Save The Children

La florida carriera di Tommy Hilfiger si arriccherà di un nuovo e importante riconoscimento. Lo stilita americano, infatti, il 12 settembre 2019 sarà premiato a New York da Save the Children per il suo impegno umanitario.

Hilfiger, infatti, da anni ha dimostrato un forte interesse per le tematiche sociali impegnandosi personalmente anche sul tema ambiente e salute.

Nel 1995 Tommy fonda la “Tommy Hilfiger Corporate Foundation” aiutando i giovani svantaggiati con programmi educativi creati ad hoc.

Nel maggio del 2019, inoltre, è stato insignito con il “Fresh Air Fund” per il suo impegno nei riguardi dei giovani cittadini newyorkesi, di età compresa tra 13 e i 15 anni. Il designer, da oltre vent’anni, ha attivato Camp Tommy che fornisce l’opportunità di frequentare il campo estivo di Fishkill, New York.

Continuando a difendere i diritti dei bambini a livello globale, Tommy Hilfiger non solo è diventato una figura umanitaria notevole, ma ha costruito un marchio basato sulla responsabilità aziendale. Non vediamo l’ora di onorarlo per questi sforzi a New York nel mese di settembre“,commenta Carolyn Miles, ceo di Save the Children.

Save the Children per il suo centenario lancia The Promise of Childhood Campaign, che mira a raccogliere 100 milioni di dollari per sostenere i suoi programmi in tutto il mondo.

La biografia di Tommy Hilfiger è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Tommy Jacob Hilfiger nasce il 24 marzo 1951 a Elmira, piccolo paese dello stato di New York. Tommy è il secondo di nove fratelli e proviene da una famiglia irlandese cattolica con modeste risorse economiche. Questo lo spinge fin da subito a rendersi indipendente per non gravare sulla famiglia, a nove anni già svolge piccoli lavoretti come tagliare il prato dei vicini. Raggiunta un’età più matura inizia a lavorare come magazziniere e benzinaio.

Ne l 1969, per pagarsi le vacanze, Tommy lavora come commesso in un negozio di abbigliamento hippy a Cape Cod, nel New England, dove avviene la sua trasformazione stilistica: torna con lunghi capelli, indossa sandali e pantaloni a campana. Sono gli anni di Woodstock, della guerra in Vietnam, di Jimi Hendrix e dei Doors, è il giovane Hilfiger si sente pronto per grandi cose. Insieme due amici di scuola sale a bordo della vecchia Volkswagen e guida fino a New York City per comprare stock di jeans a zampa di elefante per poi rivenderli nella sua città. Il successo è immediato.”

Leggi di più

Leggi anche

The Cal 2020, Roversi si ispira a Giuglietta

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>