SCHIAPARELLI DEBUTTA ALLA PFW CON STORY #1

SCHIAPARELLI DEBUTTA ALLA PFW CON STORY #1

Dall’Alta Moda al ready-to-wear: Schiaparelli lancia Story #1

L’immensa Elsa Schiaparelli debutta con il prêt-à-porter durante la Paris Fashion Week.

Story #1 è un progetto che, in qualche modo, ci riconduce nell’intimo di una delle sarte italiane più influenti della storia del costume.

Mame Moda Schiaparelli debutta alla PFW con Story #1. Ritratta Schiaparelli by Man Ray
Schiaparelli ritratta da Man Ray

Un modo comune ma lodevole per omaggiare l’eclettica Elsa: la stilista delle stiliste legata strettamente al mondo pittorico e fotografico.

Gli appassionati di moda saranno venuti a conoscenza del forte legame con Salvador Dalì; egli prestò la sua arte nell’abito “Astice” che, nel tempo, è diventato l’inno della verve artistica di Elsa.

Schiap, colei che introdusse il tessuto strappato nella moda, durante una delle sue serate nei caffè di Parigi conobbe Man Ray.

Il fotografo dadaista, che lasciò New York non appena comprese che il Dadaismo non sarebbe mai decollato nella sua terra natale, seguì Marcel Duchamp –  padre del Dadaismo europeo – nella capitale francese.

I due, nel 1915 e forti di stima reciproca, collaborarono spesso assieme. Il sodalizio si consolidò nel 1920 quando Ray fotografò le opere di Duchamp come “Il Grande Vetro“.

Ma cosa lega l’artista a Elsa Schiaparelli?

La sarta fu protagonista di alcuni suoi ritratti realizzati con la tecnica della solarizzazione. Tra i due si strinse un forte legame che spesso ha influenzato i capi realizzati dalla stilista.

Per tal motivo, il primo capitolo di Story #1 è proprio dedicato a Man Ray.

La collezione esalterà la purezza della sua visione artistica acuta e avanguardista in una perfetta fusion con l’heritage della maison francese.

La totalità del progetto verrà svelata durante la Paris Fashion Week nel salone sito al numero 21 di place Vendome.

 

La voce Elsa Schiaparelli è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Nata a Roma in Palazzo Corsini da una famiglia di intellettuali, conduce una adolescenza colta e agiata. Nel 1914 a Londra conosce il conte William de Wendt de Kerlor che diverrà suo marito e con il quale si trasferirà a New York. A 25 anni, già separata con una figlia, senza un’occupazione fissa, collabora con antiquari, cercando di guadagnare qualcosa attraverso il commercio di oggetti d’arte per poter ritornare in Europa.

READ MORE

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>