SANREMO 70, LA STORIA DELLA MODA AL FESTIVAL DELLA MUSICA

SANREMO 70, LA STORIA DELLA MODA AL FESTIVAL DELLA MUSICA

Sanremo 70, Settanta anni di musica italiana e non solo, ma Sanremo 70 e’anche storia della moda lunga settantanni , di abiti indossati  sul palco della celebre kermesse.

La settantesima edizione di musica  italiana, viene celebrata con una mostra speciale,  per rivivere a ritroso, con più di 300 elementi tra abiti, foto, filmati, testimonianze provenienti dall’Archivio di Rai Teche.

la mostra è curata da Andrea Di Consoli e Dario Salvatori con la collaborazione di Barbara Francesconi, Sergio Gigliati, Laura Massacra, allestita da Rai Teche e Rai Direzione Creativa, ospitata al Forte Santa Tecla di Sanremo fino 16 febbraio.

LA MOSTRA DEL FESTIVAL DI SAN REMO
LA MOSTRA DEL FESTIVAL DI SAN REMO 70 ANNI DI MUSICA E DI MODA

SANREMO 70, SETTE DECADI DI STORIA DELLA MODA

Al forte di Santa Tecla sono esposti gli abiti, indossati dai cantanti sul palco della kermesse canora più famosa al mondo.

Sette decadi di storia, di personaggi, di canzoni che uniscono generazioni diverse al di là del tempo.

Ma anche più di mezzo secolo di moda, quel palco cosi famoso ha fatto sfilare un vasta selezione di look indossati negli anni da artisti e conduttori.

Abiti griffati, sognanti, imprevedibili; look discussi e super criticati eppure leggendari.

MOSTRA SANREMO 70
MOSTRA SANREMO 70

LA MOSTRA DELLA MUSICA E DELLA MODA DEL FESTIVAL

La mostra permette di ripercorrere attraverso un racconto, distribuito in cinque sale, che alterna aree cronologiche ad aree tematiche  70 anni di canzoni, e non solo, lo stile è al centro del racconto.

Con più di 300 elementi tra foto, abiti, oggetti e ricordi per rivivere le trasformazioni dell’ evento musicale, di maggiore successo nel mondo dello spettacolo italiano.

La prima sala racconta il Festival dalla radio alla rete, è l’introduzione della mostra.

La seconda sala, che ripercorre la storia dei 70 anni del Festival attraversandone i momenti fondamentali: Gli anni della radio (1951-1954), Urlatori e cantautori (1960-1963), Gli stranieri in gara (1964-1970), fino ad arrivare a Lo spettacolo della televisione (1988-2019).

A spiccare è la terza stanza dedicata agli abiti indossati da artisti e conduttori che negli anni si sono alternati sul palcoscenico. Come quelli di Gigliola Cinquetti, Mia Martini, Iva Zanicchi e Dalida solo per citarne alcuni.

Poi si passa a una sala visione in cui la moda, si alterna alle aree cronologiche. In cui i 70 anni di canzoni vengono raccontate con foto, materiale d’archivio, montaggi creativi.

Per rivivere le trasformazioni di un evento musicale diventato presto uno dei maggiori spettacoli di successo della televisione italiana.

Un salotto anni ‘50 è animato da una vecchia radio che canta, i video in bianco e nero parlano di trucchi leggeri e canzoni romantiche.

L’ultima sala, uno spazio con oggetti e dei ricordi, alcuni reperti della storia del Festival che appartengono alla grande storia della Rai e, in molti casi, alla memoria collettiva.

 

ACHILLE LAURO A SANREMO 2020 È ELISABETTA I

ORE 2.35, ANTONIO DIODATO VINCE SANREMO 2020

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Daniela Carusone
Articoli dell'Autore / Daniela Carusone

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>