RESTAURO NOTRE DAME: CI PENSANO KERING E LVMH

RESTAURO NOTRE DAME: CI PENSANO KERING E LVMH

Dopo il nefasto incendio del Notre Dame di Parigi, i gruppi del lusso francese pensano al suo restauro

800 anni di storia, cultura e bellezza, andati in fumo per negligenza. La Francia piange la sua “Dama” ma è già pronto un piano di restauro del Notre Dame.

La gara di solidarietà è stata lanciata da François-Henri Pinault, proprietario del gruppo di lusso Kering. L’uomo ha fatto sapere che donerà 100 milioni di euro per il rifacimento della guglia (la flèche) e del tetto, collassati a seguito dell’incendio scatenatosi il 15 aprile attorno alle ore 19:00.

L’incendio di Notre Dame. Brucia il cuore di Parigi

A seguito delle sue dichiarazioni anche Bernard Arnault, CEO del gruppo di lusso LVMH, ha offerto 200 milioni di euro per aiutare a riparare ciò che ne è rimasto della cattedrale.

Nel piano di restauro de “Nostra Dama” sono chiamati a partecipare chiunque abbia a cuore la rinascita di questa chiesa gotica, eretta nel 1163 e consacrata il 19 maggio del 1182.

Alle ore 12:00 di questa mattina, infatti, sarà lanciata una colletta nazionale per la ricostruzione dell’edificio simbolo dell’intera Francia e che ha ispirato scrittori, cineasti e teatranti.

Nelle stesse ore, inoltre, inizierà l’inventario per stabilire cosa sia andato perduto durante l’incendio.

Le opere di Notre Dame de Paris

Da una prima e sommaria indagine pare che l’imponente rosone settentrionale non abbia perduto i suoi pregiati mosaici. Nessun danno, fortunatamente, alla corona di spine (importantissima reliquia custodita nella cattedrale) e alla tunica di San Luigi.

Ha retto al fuoco l’intera struttura che ora dovrà subire una incisiva opera di restauro per via della fuliggine che ha intaccato le pareti interne e parte della struttura esterna.

Ad assicurare che la chiesa ritornerà ad essere luogo nevralgico del culto cristiano è Monsieur le President Emmanuel Macron che dichiara: “Questa cattedrale la ricostruiremo. Tutti insieme. Fa parte del nostro destino francese. Mi impegno: domani sarà lanciata una sottoscrizione nazionale e ben oltre i nostri confini“.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>