Prada
Moda

PRADA: IL “NOTTURNO” CHE SFIDA MILANO

Prada: inizia dalla torre disegnata da Rem Koolhaas,  il “Notturno” della maison

È nella torre della Fondazione Prada che la maison milanese ha fortemente voluto presentare la collezione autunno/inverno 2018-19.

Gli allestimenti geometrici hanno fatto da cornice ad una location “baciata” dallo skyline della città.

Creare un ponte comunicativo tra moda, architettura e la città è stata una scelta alla base del défilé.

Gli interni, allestiti da AMO, simulano un sofisticato panorama notturno che si accende con neon fluo e che determina i volumi netti degli spazi.

Miuccia Prada ha disegnato una collezione che va oltre l’idea concettuale della moda.

Il termine moda è attuale? È giusta la definizione “Gusto del momento?”

Con “Notturno”, Miuccia sottolinea l’importanza di una ideologia personale che non trascende dall’essere glamour.

L’abito diventa un mezzo di espressione. Un manifesto culturale da indossare.

Un lecito lascito che non permette un sodalizio con la superficialità ma che tratta di temi interessanti, come la politica, ad esempio.

Protagonista della passerella è la notte tradotta, in questa sfilata, attraverso l’incessante ricerca della libertà.

La collezione ha un carattere forte, deciso. È caratterizzata da colori neon, maglie tecniche con zip, abiti bustier che evidenziano la femminilità e cappotti color cammello con dettagli in vinile.

Il tulle diventa necessario per evidenziare una collezione dal daywear contemporaneo così come gli anfibi con finto calzino in tessuto tecnico che chiude con una coulisse.

La palette di colori “illumina” la notte Prada.

Gli abiti con stampe fotografiche si alternano, vivacemente, al rosso acceso, al rosa shocking, all’arancio e al verde vitaminico.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!