,

OUTSTANDING ACHIEVEMENT AWARD-MIUCCIA PRADA

Miuccia Prada riceve l’Outstanding Achievement Award

Per la prossima edizione dei Fashion Awards, organizzati dal British Fashion Council, Miuccia Prada sarà insignita dell’onorificenza rappresentata dall’Outstanding Achievement Award. Chiaramente ciò significa un’ulteriore conferma di quanto la Sua personalità sia di fondamentale importanza all’interno del fashion-system. La cerimonia, programmata per il prossimo 10 Dicembre, si svolgerà presso il contesto d’eccezione del Royal Albert Hall a Londra. Le motivazioni di tale successo sono molteplici, ma la notizia della nomina è giunta attraverso poche, ma precise parole:

“Per il suo straordinario contributo all’industria mondiale della moda.”

Infatti, seppur in maniera più articolata, le parole di Stephanie Phair (Presidente del British Fashion Council) si dimostrano altrettanto generose:

La capacità di Miuccia Prada di intuire lo zeitgeist e di mescolare sin dagli inizi diverse discipline creative, come la moda, l’arte e l’architettura, ne hanno fatto una pioniera del nostro comparto.”

La serata, sponsorizzata da Swarowski, vedrà ospitate le personalità-cardine del mondo della moda e non solo, tra cui ovviamente Nadja Swarovski, membro dell’Executive Board di Swarovski, la quale dichiara:

“Miuccia Prada è senza dubbio una delle identità più influenti nella storia della moda. La sua straordinaria visione e la sua dedizione alla moda come forma d’arte rappresentano una fonte inesauribile d’ispirazione. Siamo lieti di celebrare i suoi straordinari successi ai Fashion Awards di quest’anno.”

I Fashion Awards e il premio

I Fashion Awards rappresentano la principale occasione di raccolta fondi per il British Fashion Council (BFC). Essa è un’organizzazione no profit i cui scopi sono la promozione dell’eccellenza nella moda britannica e il supporto ai futuri canali di rifornimento di talenti. Il lavoro del BFC si svolge attraverso una serie di iniziative a scopo benefico che si concentrano sull’istruzione, l’imprenditoria e i programmi di mentoring a sostegno di talenti a partire già dalla scuola, delle start-up di moda e dei marchi già affermati. In particolare, l’Outstanding Achievement Award premia tutti coloro che si sono distinti per l’apporto creativo trasferito nell’ambito industriale, riuscendo a plasmare e in qualche modo a stravolgere il sistema del fashion.

Outstanding achievement award-Miuccia Prada
Miuccia Prada riceverà l’Outstanding Achievement Award il prossimo 10 Dicembre.

Miuccia Prada: “Credo nel lavoro”

Abbiamo scelto di introdurre con questa citazione la (breve) parte dedicata alla sua carriera perché probabilmente sono proprio queste le parole che la definiscono nel modo più preciso. D’altronde un impero del lusso come Prada non si crea dal nulla e tutto deriva da una forte consapevolezza di sé stessi e degli obiettivi che ci si prefigge. Ripercorriamo quindi alcuni dei momenti più forti di una carriera straordinaria, a cui in verità è difficile attribuire un aggettivo che le dia il peso che merita.

Dal debutto

Tutto comincia nel 1978, quando Miuccia Prada rileva l’azienda di famiglia e, assieme a Patrizio Bertelli, stila un rivoluzionario modello imprenditoriale destinato a cambiare le sorti del marchio. Il progetto era assolutamente in linea con la creatività anticonvenzionale della designer. Infatti proprio in queste circostanze ha inizio l’ascesa: l’azienda di famiglia si è trasformata da piccola casa di pelletteria in una delle più potenti maison di moda prêt-à-porter. All’inizio con un essenziale zainetto in nylon nero industriale, in netta contrapposizione con l’idea di lusso conservatore, poi con una linea di prêt-à-porter femminile di enorme successo: “Uniformi per le donne leggermente diseredate”. Dopo il debutto in passerella nel 1988, Prada ottiene fin da subito elogi da pubblico e critica insieme, contribuendo in tal modo a definire Miuccia Prada come una delle più influenti personalità nel panorama contemporaneo. Da allora, la maison ha presentato le proprie collezioni in oltre 100 sfilate.

Alle ultime campagne pubblicitarie

I défilé sono sfociati nelle iconiche campagne pubblicitarie che, partendo dal bianco e nero, hanno poi aperto i loro orizzonti a immagini a colori ad alto contrasto cromatico. Tutti i lavori hanno visto partecipare alcuni dei nomi che hanno scritto la storia della moda. Citiamo Amber Valletta, Linda Evangelista e Naomi Campbell, catturate dai più grandi fotografi, tra cui Steven Meisel, Glen Luchford, David Sims e Peter Lindbergh. Una delle più recenti invece è la campagna Prada 365, di cui proponiamo alcuni scatti dalla sezione intitolata Neon Dream.

Gli scatti proposti sono stati realizzati con Willy Vanderperre, un altro pilastro della fotografia di moda nel mondo. In un pastiche di riferimenti che spaziano dai riferimenti espliciti al brand fino a cliché legati all’immaginario di Las Vegas, la donna Prada ci osserva, onirica e perfettamente integrata con l’ambiente che la circonda. Nonostante la palese componente irrealistica e i colori accecanti, queste fotografie risultano estremamente ipnotiche e attraenti. Traducono molto bene, quindi, l’estetica che la Signora della moda italiana (e non solo) porta avanti da quarant’anni.

Tutto si è tradotto in un cortometraggio con protagoniste la modella Amanda Murphy e l’attrice Sarah Paulson, le quali incarnano molteplici sfaccettature di donne a cui il marchio si rivolge.

Leggi anche

Pradamalia: le nuove creature di Prada

Fondazione Prada e Luc Tuymans presentano “Sanguine”

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Alberto Cappellaro
Articoli dell'Autore / Alberto Cappellaro