CAOS NELLA NEW YORK FASHION WEEK

CAOS NELLA NEW YORK FASHION WEEK

La New York Fashion Week 2019 nella morsa di una lenta agonia: urge autanasia

Una settimana della moda raccapricciante: così si presenta agli occhi di tutti la New York Fashion Week 2019in corso.

Sotto il gelo della Grande Mela s’imbalsama la settimana della moda cosmopolita per antonomasia. Non bastano i nuovi nomi a catalizzare l’attenzione: la schedule lascia orfani di grandi griffe per il bene tacito delle fashion week europee.

Ed anche questa edizione rischia di scivolare in un calderone di polemiche. O, peggio ancora, di passare inosservata.

E non ci sarebbe sconfitta peggiore dopo le ovazioni delle passate stagioni quando, bastava Kanye West con la sua insulsa collezione, a gridare al successo.

Caos nella New York Fashion Week. Look Tom Ford AI 2019-20
Look Tom Ford della collezione AI 2019/20

E se nella passata edizione venne in soccorso il #Meeto diviso tra accusati e accusanti, prede diventate a loro volta spietate cacciatrici, oggi nessuno potrà chiedere un supporto decisivo al movimento, usurpato dalla sua origine.

Senza troppi giri di parole, la New York Fashion Week è desinata a declassarsi fino al suo totale abbandono. A meno che non siano gli stessi stilisti che le hanno voltato le spalle a darle un’altra possibilità.

Si auspica, quindi, il ritorno di Victoria Beckham che, con la scusa del decimo anniversario della griffe da festeggiare in patria ha lasciato definitivamente la NYFW.

Di Jason Wu si sono perdute le tracce. Rodarte, invece, sfila a Los Angeles.

Anche Calvin Klein, dopo l’addio di Raf Simons, salta la settimana della moda newyorkese.

Un caos, insomma, del quale non si riesce a venirne fuori.

Detrattori, a loro, tempo i maggiori quotidiani americani.

Anno 2016, i network statunitensi attaccavano la moda italiana. Nicole Phelps, giornalista di Vogue America a definire “ridicole” le collezioni italiane. In virtù di un gusto personale, s’intende.

Angelo Flaccavento, di BoF, si chiede se avesse ancora senso organizzare le sfilate con gli stilisti impegnati allo show più che alla realizzazione dei capi.

A distanza di tre anni la situazione si è completamente ribaltata. Com’è strana la vita: da beffeggianti a beffeggiati.

Quante edizioni restano alla New York Fashion Week? A saperlo.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>