CHANEL, LA MOSTRA MADEMOISELLE PRIVÉ DI SHANGHAI

CHANEL, LA MOSTRA MADEMOISELLE PRIVÉ DI SHANGHAI

L’itinerante mostra Mademoiselle Privé farà tappa a Shanghai. Quando? Dal prossimo 20 aprile 2019

Per la sua quarta edizione, la mostra Mademoiselle Privé farà tappa nella magalopoli più cosmopolita del globo: Shanghai.

La Parigi d’Oriente, distretto finanziario tra i più floridi della Cina e tempio per il culto fashionista di intere generazioni, ospiterà una mostra che celebra i fasti di Chanel.

La Maison francese, dopo l’importante successo ottenuto con le passate presentazioni di Londra (2015), Seoul (2017) e Hong Kong (2018), torna in Estremo Oriente rinfrancando la sua egemonia.

Focus su Haute Couture, Gioielleria e sull’iconico Chanel n5

Chanel, la mostra Mademoiselle Privé di Shangai. Manifesto Mostra
Manifesto della mostra di Shanghai

L’esibizione al West Bund Art Centre di Shanghai, che si concluderà il 2 giugno 2019, posa la sua pietra miliare su tre capisaldi della griffe.

L’eccellenza di Chanel, vista nell’ottica della sua fondatrice Gabrielle Bonheur e da Karl Lagerfeld, si manifesta attraverso gli abiti Haute Couture.

L’esposizione traccia una linea temporale che scorre dal 1918 ai giorni nostri interrompendosi nel 1983, anno in cui il Kaiser Otto prese le redini dell’azienda.

Il civico 31 di rue Cambon, spazio e luogo di massima produttività ai tempi di Coco, diventa testimonianza della fervida estetica di Chanel.

Si aggregano, in questa ottica, gli atelier “Tailleur” e “Flou” e il laboratorio storico “Maison d’Art” con i suoi preparatissimi ricamatori e artigiani.

Agli inizi del ‘900, la storia racconta che solo tre stilisti lanciarono una linea di profumi: Paul Poiret, Maurice Babani e Coco Chanel.

Il suo primo profumo viene lanciato nel 1921 e ribattezzato come Chanel n°5 in onore della quinta prova dell’essenza.

Le note furono scelte dal naso del profumiere francese Ernest Beaux.

Chanel è nota nel mondo anche per l’Alta Gioielleria. Nel 1932 la celeberrima sarta disegna una collezione di gioielli di alta gamma intitolata “Bijoux de Diamants“, rielaborata nel corso del tempo.

Gli estimatori della griffe non potranno perdere l’occasione di visitare questa imperdibile mostra. Sarà anche un’occasione per visitare la scenografica città cinese con il suo fiorito Giardino del Mandarino Yu e le mastodontiche Oriental Pearl Tower.

Leggi anche

MFW: Andrea Incontri torna con le tipe umane

Liu Bolin a Milano per il Capodanno cinese

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>