MILANO MODA UOMO 2020. ZEGNA E DSQUARED2

MILANO MODA UOMO 2020. ZEGNA E DSQUARED2

Il debutto della Milano Moda Uomo 2020 vede protagonisti Ermenegildo Zegna e DSquared2. Tra green e old west

Le collezioni autunno/inverno 2020-21 di Ermenegildo Zegna e DSquared2 aprono i battenti della Milano Moda Uomo 2020 sviluppando il tema ecosostenibile.

Ermenegildo Zegna FW20 alla Milano Moda Uomo 2020

Ermenegildo Zegna FW 20-21
Ermenegildo Zegna Autunno/Inverno 20-21

Questo, almeno, è il passo di Ermenegildo Zegna XXX che calca la passerella esibendo capi d’alta sartoria realizzati con fibre  e tessuti di recupero oltre che con indumenti di riuso. Il marchio, fondato a Trivero nel 1910, sfila nell’ex fonderia di via E. Cosenz nel nome di un’eleganza che contempla l’archivio della Maison.

Il senso estetico di Zegna, da sempre incentrato sull’alta sartorialità dei suoi completi uomo, per la prossima stagione invernale si arricchisce di nuovi tagli. L’opera porta la firma di Alessandro Sartori che ridefinisce, infatti, la nuova sartoria dell’azienda attraverso accostamenti di tessuti, colori e capispalla ben calibrati tra loro.

Tessuti scuba si abbinano a lana pregiata, pelle e cachemire. Stoffe check sono accostaei a tinte unite dalle tonalità calde e misteriose come il blu, il cioccolato e il verde petrolio.

#UseTheExisting, questo è l’hashtag per seguire l’evoluzione della collezione.

Per DSquared2 ritorno agli anni Novanta con la FW2020

I gemelli Dean e Dan Caten festeggiano i primi venticinque anni di attività con una collezione che omaggia il debutto nella moda. Il progetto creativo, proposto in co-ed, rievoca i trend dell’ultimo decennio del Novecento con jeans a vita bassa, montoni rovesciati, parka, montgomery e cappa. Ritorna in passerella anche la minigonna, simbolo di audacia e provocazione.

In passerella, la gonna non si vedeva così “mini” da tempo. La provocazione che rinuncia all’austerità alla quale abbiamo assistito nelle passate settimane della moda milanesi e internazionali, rilegge lo status del marchio. Un salto nel tempo, insomma, che riporta ad oggi i codici estetici del passato senza mutarne l’essenza. Come comprova, infine, lo stivale da cowboy, vero must have degli anni Novanta.

 

Leggi anche

K-Way a Pitti Uomo 97, sfila la storia della griffe

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>