Michael Kors: il 15 ottobre presenterà la sua P-E 2021

Michael Kors: il 15 ottobre presenterà la sua P-E 2021

La sfilata di Michael Kors per la P-E 2021 ha finalmente una data

Il mese scorso Michael Kors ha annunciato che avrebbe rinunciato alla settimana della moda di New York. Il periodo di metà settembre, ha affermato, è in conflitto con le consegne della merce dell’autunno 2020, respinte dai ritardi di produzione causati dai blocchi del Coronavirus

Oggi, il designer ha confermato la sua nuova data per la P-E 2021, il 15 ottobre, e il suo format di presentazione: una “esperienza digitale multistrato” su tutte le piattaforme social e digitali del marchio. Il giorno prima, Kors condividerà la collezione con i membri della stampa in piccole presentazioni private dal vivo, nonché tramite appuntamenti video. 

michael kors
Gigi Hadid per Michael Kors, S/S 2020

Michael Kors presenterà la sua collezione sia in digitale sia fisicamente il 15 settembre

«È fondamentale per noi essere in grado riportare in vita la nostra collezione e tradurla in una show experience dal vivo, per quanto possibile nel mondo digitale», ha dichiarato Kors in un comunicato. «Garantire che sia la stampa che i consumatori siano in grado di vedere i vestiti e gli accessori nel dettaglio virtualmente è la mia priorità assoluta

La domanda da un milione di dollari – non solo per Michael Kors, ma per tutti i designer e marchi – è: qual è la migliore strategia per le sfilate fisiche e in presenza? Dopo diverse settimane di fashion shows per l’uomo tenuti in digitale e una settimana di Haute Couture virtuale, che ha spaziato da video per una campagna pubblicitaria glorificata lunga un minuto a un eccessivo live streaming di 12 ore, le risposte non sono chiare.

MICHAEL KORS
Michael Kors, S/S 2016

Cosa ci riserverà il designer americano?

Kors, che è uno dei designer più quotati del settore, potrebbe realizzare qualcosa in cui la sua personalità fuori misura sarà al centro della scena. Inoltre, lo stesso stilista è amante degli spettacoli e potrebbe mettere in scena un vero show faraonico. Se, invece, seguirà la costosa e dispendiosa via della realtà virtuale, ha un vantaggio che i suoi colleghi del calendario ufficiale della settimana della moda di New York non hanno: quattro settimane in più per produrre il suo show.

LEGGI ANCHE:

Kering 2020: il primo semestre chiude in rosso a -29,6%

Guadagnino omaggia Salvatore Ferragamo al Festival di Venezia

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

0Shares
Alessandro Dalai
Articoli dell'Autore / Alessandro Dalai

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>