MASCHERINE FASHION: LA MODA SI ADEGUA ALLA PANDEMIA, MA A QUALE PREZZO?

MASCHERINE FASHION: LA MODA SI ADEGUA ALLA PANDEMIA, MA A QUALE PREZZO?

Da Fendi a Marine Serre: sul mercato affiorano le mascherine fashion. E il prezzo non è certamente democratico.

Mascherine fashion. Da comprare online. Griffate, logate. Alla moda. Il settore si adegua alle esigenze (sanitarie) dei clienti ma il prezzo di essere alla moda è davvero alto.

La pandemia, almeno in questa occasione, non è democratica. Lo è solo quando colpisce. In alcuni casi, quando si presenta, ti ricorda solo quanto è virulenta; in altri, invece, non ti lascia via di uscita. E in Italia, a pagarne le spese, ad oggi, sono 31.908 vittime.

Ecco a cosa serviva la conversione delle fabbriche nei grandi poli produttivi italiani. Donazioni ci sono state, sì, questo è vero, ma le macchine provenienti dalla Cina servivano anche a produrre mascherine da centinaia di euro.

Mascherine Fendi e Marine Serre: proteggersi costa caro

Mascherina Fendi. 190, 00 euro

Durante il Coronavirus la protezione è a caro prezzo. Il kit di sopravvivenza, anche quello da acquistare in farmacia al costo di almeno 15 euro (a seconda della qualità di mascherine e guanti e alla benevolenza di chi li vende), rende chiara la grave speculazione attorno al Covid-19.

Potrebbe interessarti anche: Moda e Coronavirus, ne parliamo con Martino Midali

Mascherina Marine Serre 290,00 euro

Le case di moda non fanno eccezione, anzi. È il caso di Fendi. La maison romana combatte l’emergenza sanitaria con una mascherina in seta monogram (che probabilmente non aiuta a proteggere se stessi e gli altri, alla modica cifra di 190 euro. Sul sito ufficiale della griffe, il “dispositivo” non compare ma, sullo shop online di luisaviaroma.com, la mascherina Fendi è praticamente sold-out.

Da presidio medico a must-have. Dalla spagnola a Marine Serre: la speculazione dietro il presidio.

Tra il 1918 e il 1920, nel mondo muoiono oltre 50.000.000 di persone a causa della pandemia da spagnola. Ieri come oggi, alla comunità viene raccomandato l’uso delle mascherine.

Ha fatto il giro del mondo un immagine in bianco e nero che immortala una famiglia che indossa una mascherina sul volto. Fatto curioso, anche il gatto ne ha una sul volto.

Anche il gatto ha la mascherina in emergenza sanitaria da influenza spagnola.

In quegli anni, nell’epoca di maggior splendore per la moda, se non altro per l’evoluzione del costume, non si registrano mascherine fashion prodotte dai maggior couturier dell’epoca come Worth, Poiret e Fortuny. Almeno non per vie speculative.

Può essere definita speculazione la mascherina di Marine Serre venduta al costo proibitivo di 290,00 euro? Anche nel caso del marchio francese, la mascherina è praticamente sold-out. Da una ricerca sul web notiamo, però, un’anomalia. Sul sito Lyst, proprio a proposito dell’oggetto di ricerca, si legge: “Abbiamo cercato quest’articolo sul sito di più di 450 store ogni giorno. L’ultima volta l’abbiamo visto al prezzo di 467 € su Farfetch.”. Quasi 500,00 euro per una maschera che non serve a nulla. Un prodotto 100% in poliestere con proprietà idrofoba pari a quelle da 0,50 centesimi.

Su Ebay le false mascherine di Gucci e Fendi

Anche su Ebay gli speculatori non mancano. Sul sito di vendita online, infatti, si possono acquistare maschere realizzate handmade in tessuto Gucci e Fendi, rispettivamente a 50,00 e 120,00. Nel,caso della mascherina logata doppia G, il venditore ammette la parziale inutilità del prodotto.

 

 

 

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>