MANOLO BLAHNIK COMPIE OGGI GLI ANNI

MANOLO BLAHNIK COMPIE OGGI GLI ANNI

Gli auguri di MAM-e al mago della calzatura Manolo Blahnik

Metti i tacchi e ti trasfomi” disse Manolo Blahnik. E a lui, il designer di scarpe più idolatrato del pianeta, schiere di donne oggi fanno gli auguri.

Il creatore di chaussures di lusso compie oggi 76 anni.

La storia di Manuel Blahnik Rodrìguez è simile a molti suoi colleghi. Se Gianfranco Ferrè va ricordato per i suoi studi in architettura applicati alla moda, Manolo merita dei riconoscimenti per aver saputo calibrare l’arte scenografica alle calzature.

Manolo Blahnik nasce il 27 novembre del 1942 a Santa Cruz de la Palma, nelle isole Canarie.

I primi anni della sua vita sono trascorsi in una piantagione di banane assieme ai suoi genitori, padre di origine ceca e madre spagnola.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il baronetto della calzatura – titolo che gli venne riconosciuto nel 2007 dalla regina Elisabetta per il suo contributo all’industria della moda britannica – trova la sua strada in Svizzera.

A Ginevra, infatti, si laurea in Letteratura. Corre l’anno 1965. Al conseguimento del titolo seguono gli studi artistici a Parigi e il trasferimento definitivo a Londra nel 1970.

L’incontro con la giornalista Diana Vreelander cambierà definitivamente la sua vita. È lei, infatti, a spingerlo nel mondo della calzatura dopo aver sfogliato un suo book di lavoro.

Nel ’73 apre il suo primo negozio di scarpe in Church Road. Nella piccolissima boutique si affacciano le donne più popolari del momento come Tina Show, Lou Lou de la Falaise e Bianca Jagger.

Quando le donne mi fanno delle domande sui tacchi, rispondo: provateli! E, se non ne cogliete la magia, rimanete con le Reebok.

Le Manolos, che vantano esposizioni al Metropolitan Museum of New York e al Victoria and Albert Museum di Londra, sono realizzate interamente a mano conferendo un valore aggiunto al Made in England.

Tra i materiale prediletti dallo shoe designer: il cincillà, le perle veneziane, le foglie e le cortecce. Materiali inusuali ma forgiati con una maestria complice di un savoir-faire unico al mondo.

Le sue opere-à-porter sono state apprezzate in pellicole celeberrime come Sex and the City e Marie Antoinette, fim diretto da Sofia Coppola nel 2006.

La prego signore, può prendere la mia Baguette di Fendi, il mio anello e il mio orologio. Ma, la prego, non prenda le mie Manolo Blahnik. Carrie Bradshaw

 

Scopri anche

Bart Hess, la moda nell’era digitale

Malìparmi, fare shopping a Natale fa bene

 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>