Moncler Milano Fashion Week
Moda

Ma lo streetwear non era morto? MSGM e Moncler alla Milano Fashion Week

Traffico bloccato, la carovana della moda che si sposta da una parte all’altra della città. La Milano Fashion Week continua, e continua ad evolversi il mondo dello streetwear. Era il 2019 quando Virgil Abloh, il re mida della moda, padre del matrimonio tra cultura urban e moda di lusso, ufficializzava la morte dello streetwear.

streetwear Milano Fashion Week
Louis Vuitton’s NIGO x Virgil Abloh

Ma è davvero morto? In realtà no, ha solo cambiato il suo aspetto. Da cultura di nicchia, da comunità di giovani legati da una passione in comune, lo streetwear ha completato la sua trasformazione in industria. E ora è entrato saldamente nel mondo della moda di lusso, a partire da quella collaborazione che nel 2017, diede inizio a tutto, e che oggi sembrerebbe così scontata e banale (Louis Vuitton X Supreme). 

Il prato di MSGM

Back to life, back to reality, cantavano I Soul II Soul nel 1989, e su queste note sfila la nuova collezione di MSGM. Un prato fiorito si staglia su una grigia Milano e tra i grattacieli il colore sembra essere la nuova realtà. Fantasie floreali e completi checked. Verde neon e arancio per i top, che per la prossima primavera estate saranno assolutamente crop. 

Streetwear Milano Fashion Week
Lo streetwear di MSGM alla Milano Fashion Week SS22

Moncler: il nuovo capitolo del progetto Genius alla Milano Fashion Week

Remo Ruffini sceglie un nuovo format per raccontare, alla Milano Fashion Week, il nuovo capitolo del progetto Genius di Moncler . Si rivolge alle nuove generazioni, attente non solo al prodotto, ma alla possibilità di poter vivere una nuova esperienza. E così Genius diventa Mondogenius, una experience che coinvolge cinque città e diversi creativi. New York, Shangai, Tokyo, Seul e poi Milano, che a detta di Ruffini vive il suo Rinascimento e che sceglie come guida dell’evento Alicia Keys. 

In questo mondo in continuo cambiamento, credo moltissimo nella forza di unire community diverse e lontane attraverso esperienze condivise

Diversi gli stilisti chiamati a dialogare con il brand. Francesco Ragazzi di Palm Angels, il designer giapponese Hyke e il coreano Montes. Voci che Ruffini definisce affini per spirito, e che diventano l’anima di questo nuovo progetto di comunità. 

Leggi anche:

Inizia la Milano Fashion Week settembre 2021

Iniziano le sfilate della Milano Fashion Week: il grande ritorno di Roberto Cavalli

Intervista a Marco Boglione: «I nostri prodotti sono il nuovo lusso»

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *