LONGCHAMP SS20: UN’ESPLOSIONE DI COLORI

LONGCHAMP SS20: UN’ESPLOSIONE DI COLORI

Longchamp SS20 sceglie – nel suo stile – una location d’eccezione.

Se l’anno scorso la collezione di debutto di Sophie Delafontaine aveva sfilato ai piedi del World Trade Center, per Longchamp SS20 è l’anno di un’altra sede simbolica.

Le modelle sfiorano veloci lo specchio d’acqua della fontana in cui si immerge Reclining Figure, la scultura ad opera di Henry Moore.

Il défilé percorre la Hearst Plaza, nei grandi spazi del Lincoln Center.

Il direttore creativo porta in passerella una ragazza di città, in un mix sapiente di abbigliamento sportivo e femminile, con un tocco hippie-chic.

  • Longchamp SS20

Ispirata a temi diversi, Sophie Delafontaine, cuce insieme motivi anni ’70 e ’90, stimolata e influenzata dalle Esplosioni nel deserto realizzate dall’artista visionaria Judy Chicago.

La palette sunrise-to-sunset, i look da dea – completi di sandali – e i colori sfumati rivelano la volontà di allontanarsi dalla tradizione del brand, solitamente abituata a pelle e camoscio. Colori pieni si alternano a fantasie e geometrie.

  • Longchamp SS20
  • Longchamp SS20

Il tocco sporty, accennato dalla Le Pliage in nylon, è confermato dalle scarpe da boxe. Shorts si alternano a gonne lunghe e ampie, con dichiarate trasparenze. I foulard stampati aggiungono un’aria parigina.

LONGCHAMP SS20 PORTA UNA VENTATA CHIC DI NOVITÀ

La borsa da viaggio Roseau appare rivisitata in chiave pop. Una gran quantità di mini bags riempie la passerella, ma nessuna di queste seduce più della mini Le Pliage.

Quando viene chiesto a Sophie Delafontaine cosa possa mettere una donna in una borsa così piccola, lei replica semplicemente:

Una carta di credito, perché sei una donna indipendente; e il tuo rossetto, perché sei femminile. Di cos’altro hai bisogno?

Longchamp ss20 - Sophie Delafontaine
Sophie Delafontaine

La voce Longchamp è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e

L’azienda Longchamp viene fondata nel 1948, a Parigi, dopo la guerra, da Jean Cassegrain. Inizialmente è una piccola bottega di tabacco che produceva accessori in pelle per i suoi affezionati clienti, dalle pipe rivestite ai porta carte. Ogni pezzo racchiude in sé l’essenza della famiglia, se prima era il nonno ora ci sono i nipoti, alla terza generazione, a scrivere un nuovo capitolo, felici di non aver mai aperto le porte alla grande finanza e occuparsi di una produzione di borse e abbigliamento ready to wear, che loro preferiscono definire lusso ottimistico, piuttosto che accessibile.

Leggi di più.

LEGGI ANCHE

Il Calendario della New York Fashion Week Spring/Summer 2020

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Susanna Ferrari
Articoli dell'Autore / Susanna Ferrari

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>