Moda

L’INVERNO 2017 BURBERRY CON HENRY MOORE

È in corso un grande cambiamento da Burberry, e la sfilata londinese di ieri lo ha confermato

Burberry l’anno scorso ha tratto ispirazione da Virginia Woolf, e all’aspetto androgino di Orlando,  quest’anno la collezione omaggia un altro esponente della cultura britannica, lo scultore Henry Moore.

Moore ha influenzato Christopher Bailey in ogni aspetto, dalle silhouette strutturate degli abiti proposti al set scelto per presentare la collezione, la Makers House di Soho.

Henry Moore foundation

Burberry ha voluto così collaborare con la Henry Moore Foundation per celebrare il quarantesimo anniversario di carriera dell’artista, come d’altronde vi avevamo già preannunciato.

Christopher Bailey ha fatto una scelta coraggiosa perché l’estetica dello scultore proveniente dallo Yorkshire non coincide con l’idea contemporanea di bellezza.

Inoltre il direttore artistico, nonostante il brand ami i colori, ha presentato una collezione all’insegna del nero, del grigio, del bianco e di una tonalità sbiadita di blu, quest’ultimo preso sicuramente dagli abiti da lavoro dello scultore.

I trench

I trench sono ampi e resistenti, con spessi polsini e decise martingale, maglie asimmetriche sembrano essere state assemblate. Alcune tagliate per  lasciare una spalla nuda, altre tagliate per scoprire il girovita.

Le giacche di tweed hanno spalle ricurve e maniche arrotondate, che creano una nuova sagoma.

La parte maschile è stata quella meno coinvolta da questo radicale cambiamento, molti pantaloni a vita alta e t-shirt.

Gli ospiti erano accomodati su sedie di vimini affianco alle sculture di bronzo e ai disegni di Moore.

Ha dato inizio al fashion show la cantante Anna Calvi, spuntando da una balconata, con la sua chitarra elettrica.

Ilfinale

Il momento più spettacolare è stato riservato al finale della sfilata: le modelle sono riapparse indossando maxi colletti in stile tipicamente vittoriano.

Il pubblico potrà ammirare l’intera collezione da oggi al  27 febbraio alla Makers Farmer House, insieme a 40 opere di Moore e performance che si terranno nel corso della settimana.
La collezione presentata ieri è da subito acquistabile, con la formula “see now, buy now”.

 

Ecco il video dell’evento londinese di ieri:

https://www.youtube.com/watch?v=-on5RCO-R0s

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!