L’INDY FULL TURBAN DI GUCCI SOTTO ACCUSA

L’INDY FULL TURBAN DI GUCCI SOTTO ACCUSA

Gucci sotto tiro? È possibile accusare la Maison di appropriazione culturale per l’Indy Full Turban?

L’Indy Full Turban di Gucci accusato di appropriazione culturale. Un semplice accessorio rischia di produrre una querelle dai risvolti melodrammatici.

Un velo di 790 euro, uno qualunque, diventa oggetto di discussione sui social conquistando, successivamente, l’home page delle maggiori testate giornalistiche online.

Una prassi ormai consolidata: da Prada a Gucci (quest’ultima griffe accusata anche di razzismo per un maglione), l’occhio del ciclone coinvolge la moda italiana.

Blackface e cultura Sikh: quale limite è stato imposto alle grandi griffe durante l’era 2.0? Chi c’è dietro questo ordito piano di sabotare l’espressione democratica di una griffe? Perché due italiane sono state pizzicate con le accuse di razzismo e appropriazione?

Turbante Indy Full by Gucci
Il turbante Gucci che si ispira alla cultura Sikh

L’anno nero di Gucci, iniziato con l’accusa di esterovestazione (culminata con la maxi multa da 1,25 miliardi di euro da versare nelle tasche del fisco a seguito di presunte tasse non pagate), prosegue con l’accusa di appropriazione culturale.

Dal profilo Twitter di Sikh Coalition, si legge: “Il turbante Sikh non è un accessorio di moda è un sacro articolo di fede religiosa. Speriamo di poter far di più per riconoscere questo contesto critico. #appropriazione“.

A rincarar la dose anche il ristoratore Harjinder Singh Kukreja che twitta: “Caro Gucci, il Sikh Turban non è un accessorio per modelli bianchi ma un articolo di fede per praticare Sikh. I tuoi modelli hanno usato i turbanti come cappelli mentre i sikh praticanti li piegano ordinatamente piega alla volta. Usare falsi turbanti Sikh è peggio che vendere falsi prodotti Gucci“.

Già nel febbraio del 2018, a seguito della sfilata, moltissimi utenti si scagliarono contro la scelta della Maison di far sfilare modelli bianchi, con il turbante, anziché modelli di colore. Alcuni, inoltre, scrissero che quella di Gucci è stata una scelta azzardata visto le discriminazioni della minoranza Sikh proprio per l’accessorio in oggetto di accuse.

Ad ogni modo, l’azienda fiorentina non ha rilasciato dichiarazioni in merito. Si attendono risvolti sulla vicenda Indy Full Turban di Gucci.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>