LA TOM FORD SS20 DELUDE LA NEW YORK FASHION WEEK

LA TOM FORD SS20 DELUDE LA NEW YORK FASHION WEEK

Una collezione Tom Ford SS20 che supera appena la sufficienza. Un défilé colorful innapagante

La collezione Tom Ford SS20 è insignificante, almeno sotto il piano progettistico.

Da Ford, grande esteta e creativo, ci si aspetterebbe di più di un progetto che appare senza fondamenta stilistiche.

Al Bowery Street Subway Station va in atto la consacrazione della moda senza identità.

Sarebbe difficile lodare la spring/summer 2020 del grande Tom, che sembra più impegnato nelle nuove vesti di Presidente dei CFDA che come stilista.

La sfilata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il front row è ricco di celebrity. Amber Valletta, Miley Cyrus, Joan Smalls, Russel Westbrook e Ansel Elgort sono lì pronti ad applaudire una collezione “quotidiana”.

Un cotidianus che non si lascia facilmente ricordare. Che punta sulla morbidezza dei tessuti piuttosto che su strutture e tagli.

Una collezione, tutto sommato, sufficiente che se non fosse per il nome di chi la firma la potremmo tranquillamente vedere sugli scaffali dei grandi magazzini.

Il bold look, composto da un corpetto dalla finitura liquida è l’unico tono positivo visto sulla passerella. Una pedana che vibra di colori vitaminici ma che perde la sua essenza glamour.

La voce di Tom Ford è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Nel 1990 Tom Ford si trasferisce a Milano e fa il suo ingresso come responsabile dell’abbigliamento della linea ready-to-wear donna, nella Maison Gucci, allora in forti difficoltà finanziarie. Il successo è immediato: la storica griffe, che soffriva di un’immagine troppo legata al passato, viene completamente rinnovata e conquista, sin dalla prima sfilata. Nel 1992 assume la carica di direttore del design e nel 1994, quando Gucci viene rilevata dal fondo del Bahrain Investcorp, ne diventa il direttore creativo di tutte le linee di prodotto Gucci. Lo stilista vive e lavora fra Londra, Parigi, Firenze e Milano ed è attualmente alla testa di un gruppo di designer provenienti da varie parti del mondo.

Leggi di più

Leggi anche

Jason Wu Collection SS20: inno alla natura

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>