LA LANVIN S/S 2020 E UN FUMETTO, A PARIGI

LA LANVIN S/S 2020 E UN FUMETTO, A PARIGI

La seconda giornata della Paris Fashion Week si apre con la Lanvin S/S 2020 che sfila sotto una sottile pioggia autunnale.

I giardini del Musée du quai Branly sono stati la location della sfilata di Lanvin S/S 2020. La pioggia non ha impedito alla collezione di uscire allo scoperto e di sfilare nella folta vegetazione del parco. Tra le modelle, le sorelle Bella e Gigi Hadid.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il fil rouge che ispira il giovane designer della maison, Bruno Sialelli, è l’opera dell’artista statunitense Winson McCay, disegnatore e autore di Little Nemo in Slumberland. Considerato uno dei fumetti più belli di sempre, era pubblicato sul supplemento domenicale del New York Herald, nei primi anni del ‘900.

Il cuore della S/S 2020 di Lanvin si sviluppa interamente sul tema del fumetto. Riempie e colora bluse, maxi maglie, abiti lunghi, foulard, felpe e completi con bermuda in seta.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tutto il fashion show – co-ed – è dominato da silhouette fluide e da mille stratificazioni che donano un tocco di spensieratezza. Non mancano maxi coat, cappe dalle linee pulite, ampi pants dal taglio maschile, come le giacche.

Righe e quadri su fondo bianco regalano alla collezione un tocco di eleganza quotidiana. Le stoffe sono leggere ma non evanescenti. Moltissime le nuance calde e intense che colorano, in tinta unita o in fantasie, l’intero défilé. A coprire la testa dal sole estivo, cappelli a non finire: il modello sahariano si tinge di azzurro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

LA VOCE DEL BRAND È CONSULTABILE SUL DIZIONARIO DELLA MODA ONLINE DI MAM-E.IT

“Casa di moda francese delle più antiche della haute couture, che, con vicende alterne, è ancora alla ribalta. L’aprì a Parigi, nel 1885, Jeanne Lanvin (1867-1946) che si era formata nella bottega di Madame Félix, una modista. Quando, tredici anni dopo, sposa l’italiano Emilio di Pietro ha già una certa fama. Dal matrimonio, nasce Marguerite Marie-Blanche e da allora la sarta crea anche abiti abbinati per madre e figlia. Straordinaria l’affermazione della casa Lanvin negli anni ’20. Ha 1200 addetti, sette succursali nella geografia delle vacanze francesi e in capitali come Madrid e Buenos Aires. I suoi abiti, moderati nei volumi, sono ricchi di quei ricami che, stilizzando antichi motivi, li rendono unici. ”

Leggi di più.

LEGGI ANCHE

Saint Laurent Primavera estate 2020 con Naomi.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Susanna Ferrari
Articoli dell'Autore / Susanna Ferrari

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>