, , , , ,

JIL SANDER ALLA MFW CELEBRA IL MINIMALISMO

JIL SANDER ALLA MFW CELEBRA IL MINIMALISMO

Jil Sander, un inno al minimalismo, dove in passerella dominano il bianco, il nero e il grigio

Lavoisier, scienziato del 1700, e la sua legge che diede le basi alla chimica moderna: “Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Sono questi i presupposti che hanno portato in passerella, per la sfilata di Jil SanderLucie Luke Meier, i designer alla guida del brand.

E sono loro che proseguono nel lavoro di ridefinizione del minimalismo, un concetto che può sembrare semplice, ma che in realtà è ricco di possibilità e sfumature. Come sempre, ed anche in questa collezione, possiamo trovare il nero e il bianco, due capisaldi di uno stile che si è consacrato all’essenzialità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Tuttavia, dopo questi opposti, lo show si apre a una gamma di beige, marroni e verde oliva, intervallati da qualche stampa ben evidenziata. E soprattutto da dettagli di rafia che creano giochi di frange, ma anche qualche movimento evocativo, nell’avanzare delle modelle.  I tagli sartoriali sono definiti, maschili, e su questi prendono piede vita uccelli variopinti e pesci ricamati. Un’incursione nella natura che echeggia il primo 900 viennese.

Il cortile centrale della Pinacoteca di Brera, che già di per sé è un gioiello milanese, viene reso ancora più emozionante dall’installazione di ordinati cumuli di sale, perfetti. Queste installazioni trasportano il pubblico in una dimensione futuristica, quasi extraterrestre. Ne risulta uno show del tutto in linea con il leitmotiv del marchio. Ma allo stesso tempo si dimostra una sua evoluzione nel segno della contemporaneità. Un brand Jil Sander, che ha voglia sì di pulizia estetica e di re-styling, dopo diverse stagioni di sovraccarico, ma che continua ad essere alla ricerca di qualcosa che sappia parlare all’anima di chi lo segue.

LEGGI ANCHE: LA VIVETTA SS20, ECLETTICA E VISTOSA

FENDI, UN’ESTATE 2020 ALL’INSEGNA DEL DAYWEAR

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Vincenzo Piccolo
Articoli dell'Autore / Vincenzo Piccolo

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>