Moda

Il caso Bridgerton Netflix: quando una serie anticipa le tendenze moda 2021

Bridgerton, la serie record di Netflix, anticipa le tendenze moda primavera/estate 2021

Bridgerton di Netflix è la quinta serie più vista di sempre sulla piattaforma. E come non bastasse è anche anticipatrice delle tendenze moda primavera/estate 2021.

Potrebbe interessarti anche

Netflix. SanPa: la docu serie che riaccende le polemiche su San Patrignano

Ecco perché tutti parlano di Bridgerton, la nuova serie di Netflix

Le novità di gennaio 2021 da non perdere su Netflix

63 milioni: queste sono le famiglie che, durante le prime quattro puntate della serie, sono state impegnate a conoscere le controversie storie d’amore dei protagonisti. Un successo inaspettato, per la serie prodotta da Shonda Rhimes che è, di fatto, il quinto sceneggiato più visto di sempre sulla piattaforma, dopo Tiger King (64 milioni), Stranger Thing 3 (64 milioni), La casa di carta 4 (65 milioni) e The Whitcher (75 milioni).

Due costumi di scena in stile Impero, Bridgerton

La sceneggiatura, ispirata dai romanzi di Julia Quinn, è ambientata durante la Reggenza, ossia tra il 1811 e il 1820: circa 10 anni di scandali a corte.

Alla trama avvincente, dove per la prima volta si evidenza la multietnicità del cast, risalta l’uso dei costumi che narrano i gusti e le tendenze della Regency Era, ma in chiave attuale.

I costumi della serie televisiva Bridgerton di Netflix che anticipano le tendenze primavera/estate 2021

È la costumista Ellen Mirojnick, assieme ad un nutrito gruppo di lavoro (238 professionisti tra modellisti, sarti e ricamatrici) a realizzare i capi indossati dai protagonisti della serie.

Un abito della collezione Rodarte primavera/estate 2021

Siamo ai tempi dell’habit dégagé con una pala meno increspata e uno scollo più accentuato. La gonna ha un taglio sicuramente più dritto rispetto al XVII secolo e si fa strada lo stile impero con un evidente taglio sotto al seno. La moda del XIX secolo farà da ponte tra il passato e le rivoluzioni estetiche perfezionatesi nel Novecento con la nascita della couture tout-court che vede tra i suoi protagonisti l’inglese Charles-Frédéric Worth (antesignano della crinolina) seguito da Mlle Millet che brevettò una specie di gabbia metallica per pronunciare l’ampiezza della gonna, chiamata cage crinoline.

Il 2020 è stato un anno sospeso. 365 giorni sottratti all’umanità; di sofferenza e incertezza. E proprio questo marasma si è riflesso sulla capacità creativa e comunicativa dei designer. L’anno appena trascorso ci ha dato la percezione di quanto il settore moda viva in una bolla di sapone e nella difficoltà di superare le avversità che una pandemia si trascina dietro.

Moschino, collezione primavera/estate 2021

Tra phygital e campagne pubblicitarie, due collezioni, quelle firmate da Jeremy Scott per Moschino e dalle sorelle Mulleavy per Rodarte, ci fanno scoprire una delle tendenze della primavera/estate 2021 e che ritroviamo, appunto, in Bridgerton di Netflix: lo sfarzo bucolico.

Per la spring/summer 2021 regnerà lo stile impero, le stampe floreali e i broccati. La ricchezza dei tessuti e le maniche che accennano a goffrature. Gli scolli ampi e netti e le linee over.

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *