GIVENCHY A PITTI UOMO IL PROSSIMO GIUGNO

GIVENCHY A PITTI UOMO IL PROSSIMO GIUGNO

Il prossimo 12 giugno 2019 Givenchy presenterà la collezione Uomo a Pitti

Givenchy a Pitti Uomo di giugno come special guest della prossima edizione.

Clare Waight Keller, direttrice artistica della nota casa francese che fa a capo del gruppo di lusso LVMH, approderà a Fortezza del Basso per la prima volta.

Un debutto più che atteso visto che nei mesi precedenti alla conferma della notizia avvenuta nelle scorse ore, le voci sullo show si erano fatte sempre più insistenti.

La kermesse, attesa dall’11 al 14 giugno prossimo, potrà vantare un ospite davvero di tutto onore.

La designer inglese ha conquistato, in tempi davvero ridotti, una notevole notorietà che le ha permesso di ritirare il premio come miglior designer inglese dell’anno 2018.

La voce Givenchy è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

“È rara, nella storia della moda, una così forte osmosi tra uno stile di semplicità formale, di rigorosa grazia, attenta ai minimi dettagli, dal tessuto agli accessori, e il suo creatore, uomo di inossidabile eleganza fisica, di composita cultura, dal gusto innato.

Nel dopoguerra, approda a Parigi da Beauvais, dalla provincia. In un ritratto per Donna, Maria Pezzi scrive: “Aveva sostenuto una strenua lotta con la famiglia borghese, protestante che non poteva pensare un figlio nella piovra della moda.

Aveva trovato subito, con grande fortuna, l’accoglienza dell’atelier di Jacques Fath, il più giovane, estroso, trascinante sarto del momento. Mi raccontò: “C’era un’atmosfera mondana, profumatissima, sensuale, pericolosa. Solo quando andai da Robert Piguet, più classico e soprattutto svizzero protestante, mi riconciliai con la famiglia”.

I suoi occhi ridevano di humour. Dopo Piguet, breve sosta da Lelong e approdo felice da Schiaparelli.

Dico felice, perché quei 4 anni in un atelier che non assomigliava a nessun altro, con una sarta che non era sarta ma artista e circondata da artisti, furono una base che gli permise in seguito di unire sempre all’eleganza, al classicismo, al perfezionismo delle sue creazioni un quid di fantasia, di effetto sorpresa, di eccentricità che sono il suo stile”.

Leggi di più

Leggi anche

Clare Waight Keller

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>