GIORGIO ARMANI E FERRARI, LA COLLABORAZIONE

GIORGIO ARMANI E FERRARI, LA COLLABORAZIONE

Due volti eccellenti del Made in Italy. Giorgio Armani e Ferrari, insieme per una “lunga collaborazione”

Moda e motori: intesa a novemila giri. È la partnership tra la maison del lusso italiano Giorgio Armani e la casa automobilistica di Enzo Ferrari, a fare notizia.

Una collaborazione “di lungo termine” così come commentato a poche ore dall’accordo da Louis Camilleri, AD del cavallino rampante.

L’iniziativa promette di elevare gli standards del Made in Italy.

Di conseguenza, ciò permetterà di diversificare il mercato attuale attraverso la produzione di una linea di abbigliamento e accessori.

Nello specifico, Armani non disegnerà la collezione bensì si adopererà a produrre i capi.

La linea infatti, sarà disegnata da un team interno Ferrari, rispettando il DNA dell’azienda.

Tra le novità, anche l’apertura di una nuova sede nel cuore di Milano e ulteriori assunzioni per sostenere il progetto.

Il valore attuale dei prodotti firmati dalla scuderia automobilistica, oggi, è pari a 800 milioni di euro.

Nei prossimi mesi, come sostenuto da Camilleri, sarà avviato un processo di dimezzamento degli attuali accordi di licenza.

A questo si aggiunge, inoltre, il taglio del 30% delle categorie di prodotto.

Nel mirino della nuova sinergia, anche la distribuzione.

Attualmente si starebbe valutando un rafforzamento degli store Ferrari e del suo e-commerce.

La scuderia italiana, dopo la sigla con Armani, fa sapere di aver firmato un accordo con lo chef stellato Massimo Bottura.

L’apertura del ristorante è prevista negli ultimi mesi del 2020.

Armani e lo sport

Nel 2019 si rafforza il legame di Armani con lo sport: lo stilista infatti firma un contratto quadriennale con la Federazione Italiana Gioco Calcio per cui realizzerà il guardaroba formale della nazionale italiana maschile, femminile e Under 21. L’outfit è firmato Emporio Armani e si compone di abito, camicia e soprabito“. (Estratto dal Dizionario della Moda di MAM-e.it)

Leggi anche

Il restauro degli abiti di Turandot del 1926

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>