Fendi, una primavera/estate 2021 che sa di rinascita

Fendi, una primavera/estate 2021 che sa di rinascita

La collezione Fendi spring/summer 2021 parla di vita, leggerezza. È ciò che volevamo vedere

Fendi: sinonimo di eleganza, freschezza e vita. La Doppia F sfila a Milano con una collezione nobile e che guarda, con introspezione, al futuro.

Silvia Venturini Fendi racconta con estrema meticolosità la sua idea di rinascita. L’occhio attento di una donna che fa dei dettagli la sua arma vincente per narrare il valore del Made in Italy.

La famiglia come focus della collezione. Forza motrice, artigianalità e tradizione in Fendi

In attesa di Kim Jones, che presto approderà in Maison lavorando a quattro mani con Silvia, la griffe romana nonostante le difficoltà riscontrate durante la pandemia da Covid-19 è riuscita a presentare una collezione primavera/estate che non elude alle responsabilità che una griffe ha dinanzi alla società. Si parla di costume e non di moda.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se è vero che la moda è testimone dei tempi che viviamo, il defilé presentato sotto la protezione della Madonnina ci parla di speranza. Un nuovo rinascimento dove l’abito è un dettaglio del vivere. È un effige, un simbolo. È un fiore delicato che sboccia nell’asfalto, è la nube che punteggia il cielo, l’infinito.

Silvia porta in passerella l’eleganza dei dettagli, dalla borsetta della nonna in crochet che fa tanto anni Cinquanta agli abiti chemisier. E ancora, le rifiniture dei cappelli realizzate artigianalmente con il punto a giorno (motivo che troviamo anche su abiti e camicie) e al tombolo: simbolo di una tradizione sartoriale che continua nonostante le difficoltà del periodo e la presenza, sempre più ingombrante dell’industrializzazione e del fast fashion.

Un estratto della voce Fendi dell’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it

La doppia F è uno dei primissimi marchi del made in Italy a diventare famoso nel mondo. L’azienda nasce nel 1925, a Roma: un piccolo negozio di borse e pellicceria con annesso laboratorio, in via del Plebiscito. I fondatori Edoardo e Adele Fendi svilupperanno e potenzieranno la loro attività negli anni Trenta, ma il vero successo arriverà con la seconda generazione: le cinque sorelle Paola, Anna, Franca, Carla e Alda apporteranno nuove energie e nuove idee.” Leggi di più 

 

Leggi anche

Kim Jones è il nuovo direttore creativo di Fendi 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>