euphoria palermo
Moda

Euphoria Palermo – la pandemia come “spinta a fare di più”

Euphoria Palermo: Lucia Boldi ci racconta la sua esperienza nel mondo della moda. La pandemia: una spinta a “fare di più”

EUPHORIA PALERMO – Euphoria esiste da quasi 40 anni e, durante tutto questo tempo, si è ritagliata una fetta sempre più ampia di clienti, molte sono cresciute con lo store ed altre se ne sono aggiunte negli anni.

Se ci pensi 40 anni sulla breccia sono tanti e cominciavo un po’ ad annoiarmi e, in questo senso, il Covid mi ha dato nuova energia. Ha stimolato il mio innato senso di competizione: perché con la pandemia bisogna competere, non lasciarsi sopraffare, studiare le mosse giuste per “fregarla”. E continua: E’ cambiato il modo di fare gli acquisti, non più in giro per gli showrooms o per le fiere, nè tantomeno a curiosare per sfilate. Ho dovuto adattarmi a scegliere le collezioni sulle piattaforme digitali e ho scoperto che anche lì si possono trovare novità, fiutare nuove chicche per stupire ed emozionare le mie bellissime clienti.

La strategia di Euphoria:

Il mio è sempre stato un negozio di nicchia, lontano dalle comuni logiche commerciali. Non seguiamo le tendenze, ma abbiamo il nostro stile, apprezzato proprio da chi cerca qualcosa di non omologato e mai banale. Il mio credo è “se emoziona me, può emozionare tutte”.

Euphoria è infatti spronato dalla ricerca personale del bello, che è ben lontano dal concetto di brand, ma è piuttosto la ricerca di una bellezza concettuale e allo stesso tempo oggettiva che un abito deve possedere. Così come deve saper suscitare un’emozione, grazie ad un colore inusuale, ad un tessuto innovativo, ad un modello originale.

Ethical fashion e Vintage Collection:

Un’altra cosa a cui lo store fa molta attenzione è il concetto di riciclo, sia inteso come ecosostenibilità, ma soprattutto, come capacità di dare nuova vita a tessuti o abiti vintage.

Una delle aziende che adoro e in cui credo tantissimo, per esempio, è IBRIGU, che già da anni, ha fatto del riciclo il suo way of life: stupende le sue giacche realizzate con antiche sete di kimono tradizionali giapponesi, o i suoi capi in seta creati con vecchi foulard trovati tra i banconi del marché aux puces di Clignancourt.

Anche Euphoria però ha dato vita ad una personalissima Vintage Collection, ricca dei migliori capi delle collezioni precedenti, ma sempre attualissimi, e che le clienti ricercano tanto, anche per i prezzi molto simpatici.

Per questa estate 2021, nonostante la pandemia, anzi proprio grazie ad essa, ho fatto virtualmente un giro per il mondo: oltre alle mie storiche aziende italiane, ho acquistato lini intrecciati con sottilissima pelle secondo una tecnica affascinante dalla Grecia, leggerissime garze e mussole eteree da una piccola ed emergente azienda dei Paesi dell’Est, borse e accessori in rafia dal Madagascar, dove un’ impresa di sole donne dà lavoro ad altre donne locali, in una sorta di ethical fashion.

Bisogna rischiare, osare, dare ancora più di prima, proprio perché i nuovi clienti post-covid sono come anestetizzati, hanno poche occasioni di sfoggiare abiti nuovi e pochi soldi per acquistarli. Solo un forte impulso emozionale può convincerli a lasciarsi andare, a coccolarsi e regalarsi un abito nuovo.

Tra vecchie e nuove aziende:

Lucia ci racconta che ha abbandonato alcune aziende storiche proprio perché, per non rischiare, avevano realizzato collezioni banali, prive di ogni emozione. La sua continua ricerca di novità le ha fatto anche scoprire piccole aziende siciliane, creative ed originali, Duerruote, che utilizza pattern rivoluzionari e colori del sud, uniti ad una modellistica fra l’oversize e la funzionalità estrema, e poi un’altra che crea collane dai materiali assolutamente naturali, come rafia e pietre dure, ma interpretati con spirito nuovo, quasi come fossero piccole opere d’arte.

Morale: senza il Covid avrei già smesso. Mi sarei rifugiata nella mia casa di Pantelleria o alla Medina di Hammamet, a scrivere il mio romanzo, così invece, ho avuto una spinta a “fare di più”.

Euphoria Palermo – Galleria d’immagini:

Euphoria Palermo
1- Euphoria Palermo
Euphoria Palermo
2 – Euphoria Palermo
Euphoria Palermo
3- Euphoria Palermo
Euphoria Palermo
4 – Euphoria Palermo
Euphoria Palermo
5 – Euphoria Palermo
Euphoria Palermo
6 – Euphoria Palermo

Puoi leggere anche:

Il tempo sospeso dell’uomo Tods nella collezione SevenT

La sartorialità casual dell’uomo Kiton

MSGM per la FW 2021-2022 Rave sul Monte Bianco

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *