EMPORIO ARMANI FW20: GIORGIO IN CRISI O NO?

EMPORIO ARMANI FW20: GIORGIO IN CRISI O NO?

Emporio Armani FW20. The King tra sacro e profano (ovvero tra classicismo e crisi estetiche)

La Milano Moda Uomo di gennaio 2020, che vede ridotte sia le presentazioni sia i giorni in calendario (cinque giornate e anche risicate), mettono sul piatto d’argento una riflessione: in quale stato di salute versa, oggi, la moda maschile? Probabilmente in un periodo di incubazione visto le proposte in passerella. Anche Emporio Armani FW20, presentata presso Armani/Teatro non è immune da questa influenza.

La collezione hurban-chic tra spigato e tessuti tecnici

È una moda, quella attuale, effimera, veloce, snaturata; che arranca a trovare una nuova chiave di lettura per riprendersi da una crisi identitaria che vuole quasi omologare le griffe. E non solo sotto l’aspetto estetico. Le collezioni attuali sono monotematiche, ripetitive, ossessivamente simili. Le due parole chiavi per commentare le collezioni sono due, le stesse: sostenibilità e urban-chic.

Il motto della collezione Emporio Armani autunno/inverno 2020-21 è: “I’m saying yes to recycling” a testimoniare che i capi proposti in passerella sono stati realizzati, in parte, con stoffe di riciclo.

Ma la sostenibilità, quella tangibile, tocca una filiera ben più ampia rispetto al significato stesso che noi diamo alla traduzione letteraria di green. E non per colpevolizzare The King (ma sarebbe ora di leggere anche una risposta alle nostre tante  richieste) ma eco-sostenibilità significa anche, ad esempio, produzione italiana (che ridurrebbe le emissioni di CO2 anche solo per il trasporto dei capi dalla fabbrica all’azienda).

Il classico secondo Emporio Armani

Il mood della collezione Emporio Armani FW20

Giorgio Armani punta sull’elemento classico proponendo, però, indumenti hurban. Tessuti come il Principe di Galles, lo spigato e il pied de poule sono accostati a tessuti tecnici. Un modo, più raffinato, di raccontare una tendenza simili a molti, che forse deve trovare una strada nuova prima che risulti stucchevole.

Nella moda, ad oggi, non ci sono eroi.

Il primo ventennio del 2000 ci lascia in eredità grandi problemi da risolvere!

 

La voce Giorgio Armani è consultabile sull’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it

Un breve estratto

Giorgio Armani inizia il suo cammino nel prêt-à-porter a quarant’anni ma il suo lungo apprendistato forgia un’interessante verve creativa, atemporale, femminile e preziosa. Gorgeous George – così fu definito da un cronista del The New York Times – è l’antesignano del casual look che vede sua massima espressione nella giacca.”

Leggi di più

 

Ph Kuba Dabrowski

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>