È MORTO PETER LINDBERGH. AVEVA 74 ANNI

È MORTO PETER LINDBERGH. AVEVA 74 ANNI

La prematura scomparsa di un grande fotografo di moda. È morto Peter Lindbergh, tra gli autori più eccelsi della fotografia del Novecento

È morto Peter Lindbergh. A darne la notizia i famigliari attraverso i social network.

È con grande tristezza che annunciamo la scomparsa di Peter Lindbergh il 3 settembre 2019, all’età di 74 anni. È sopravvissuto a sua moglie Petra, alla sua prima moglie Astrid, ai suoi quattro figli Benjamin, Jérémy, Simon, Joseph e sette nipoti. Lascia un grande vuoto.“, si legge su Instagram.

L’annuncio della morte di Lindbergh su Instagram

Peter è un fotografo tedesco di fama internazionale.

Dopo aver studiato pittura a Berlino e a Krefeld, inzia a lavorare come allestitore di vetrine a Duisburg. E ancora come assistente del fotografo Hans Lux e infine.

Nel nel 1971 apre un proprio studio di fotografia pubblicitaria a Düsseldorf. Trasferitosi nel ’78 a Parigi, compie i primi passi nel campo della fotografia di moda su Stern.

Nel decennio ’80, si afferma pubblicando su Interview, Marie Claire e nelle edizioni americana, inglese, francese e italiana di Vogue, prima di passare definitivamente, nel ’92, ad Harper’s Bazaar.

Molto importanti le sue campagne per Armani, Prada, Jil Sander, Lagerfeld, Calvin Klein, Donna Karan, Mizrahi, con una particolare predilezione per i profumi: Trésor di LancÂme, Giò di Armani, Eternity di Klein fra gli altri. Nel ’92 dirige il documentario Modelle — il film con Linda Evangelista, Cindy Crawford, Naomi Campbell, Tatjana Patitz e Stephanie Seymour.

Nel ’96 firma per la prima volta il Calendario Pirelli.

Il suo stile, caratterizzato da un bianconero avvincente, riprende le atmosfere espressioniste e ne crea altre di una sottigliezza onirica.

(Biografia estratta dal Dizionario della Moda di MAM-e.it).

Nel 2017 firma, nuovamente, The Cal (qui alcuni scatti con Nicole Kidman) e un servizio per Vanity Fair con protagonista la duchessa del Sussex, Meghan Markle.

Le cause del suo decesso, avvenuto il 3 settembre 2019, non sono state ancora comunicate dalla sua famiglia.

Gli aforismi di Peter Lindbergh.

  • Devi riconoscere il tuo talento, farne tesoro e renderlo visibile. Tutto il resto alla fine scomparirà, come la sensazione di sentirsi orgogliosi. Lo vedo in molte persone che si reputano intelligenti. Hanno un certo talento ma non possiedono un accesso indipendente alla loro creatività. Sono troppo influenzati dalle altre persone. Sono incapaci di individuare il loro potenziale e farne qualcosa. Invece fanno quello che gli viene detto do fare e sono condizionati dalle aspettative degli altri.
  • L’uso indiscriminato del ritocco ci ha abituati a considerare reali personaggi deturpati da tutta la loro umanità; uomini e donne al quale vengono cancellati i segni del tempo e dell’esperienza dal volto. Sono convinto che la vera bellezza nasca solo dall’accettazione di sé; dalla consapevolezza di chi siamo veramente: è una questione di identità.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>