DANIEL ROSEBERRY ALLA CORTE DI SCHIAPARELLI

DANIEL ROSEBERRY ALLA CORTE DI SCHIAPARELLI

Nuovo capitolo per Schiaparelli: Daniel Roseberry alla direzione creativa della griffe

A pochi giorni dall’annuncio del divorzio tra la Schiaparelli e Bertrand Guyon (qui tutti i dettagli), l’azienda è felice di comunicare la nomina di Daniel Roseberry, ex Thom Browne.

Allo stilista viene affidata la responsabilità di tutte le collezioni, i progetti e l’immagine della storica griffe.

Dello stilista si conosce ben poco.

Nato in Texas 33 anni fa, il creativo frequenta il Fashion Institute of Technology di New York fiancheggiando, in seguito, Thom Browne per ben 11 anni (di cui 5 come direttore del design delle collezioni femminili e maschili).

Daniel Roseberry è una vera sfida per Schiaparelli. Il designer, infatti, non può vantare di una fortunata notorietà.

Una scommessa davvero ardua per l’azienda che, sino a poche ore fa, era quotata come il nuovo inizio per Alber Elbaz dopo l’addio a Lanvin.

Daniel è il nuovo volto della moda. Un assente della patina ridondante del fashion biz.

Il suo profilo Instagram rivela il lato privato e artistico di un giovane talento che, alla moda, contrappone anche il desiderio di esprimersi attraverso schizzi veloci e nevosi che rivelano un carattere complesso.

Daniel Roseberry IG
Daniel Roseberry

Il commento di Daniel Roseberry

Schiaparelli era una maestra del moderno; il suo lavoro rifletteva il caos e la speranza dell’epoca turbolenta in cui viveva. Oggi ci troviamo di fronte a domande altrettanto grandi e che modellano l’identità: Com’è l’arte? Cos’è l’identità? Ho il privilegio di lavorare con i talenti strabilianti dell’atelier e delle tradizioni di Haute Couture per portare la leggenda e il mito di questa storica casa nel futuro“.

Aggiunge: “Una delle sue più grandi eredità è il suo impegno alla fantasia, la sua comprensione che abbiamo bisogno di fantasia in tempi complicati. Voglio offrire delle risposte a queste domande e offrire una fantasia – e un sogno – che sia rilevante e necessario per oggi“.

Daniel ed Elsa: il Surrealismo nella lente di ingrandimento

Il designer e la sarta sono accomunati dal desiderio di esprimere un’arte sovversiva alla realtà. Surreale, appunto.

Lo racconta la storia della moda, con i legami che s’intrecciano tra costume e Surrealismo, Tra Elsa e Dalì.

Daniel, dal suo profilo Instagram, rivela la sua propensione per ciò che non può essere tangibile, manipolato attraverso visioni distorte e marchingegni digitali che sovrappongono il reale all’immaginazione.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>