CORONAVIRUS IL MONDO E MODA: VIE DI FUGA E SPERANZA

CORONAVIRUS IL MONDO E MODA: VIE DI FUGA E SPERANZA

CORONAVIRUS, QUALE FUTURO PER LA MODA? SI PENSA ALLE SFILATE VIRTUALI

Coronavirus il mondo si è fermato e la moda anche: aziende chiuse, produzioni interrotte, campagne annullate. Negli ambienti della moda si parla parecchio, di piani risolutori, riflessioni e ufficialità; piattaforme digitali, settimane virtuali, show interattivi.

Il mondo della moda è fermo, la creatività cerca una normalità: stilisti in smart working con fogli e matita o computer a disegnare e schizzare. il settore moda rappresenta la seconda voce del Paese e impiega milioni e milioni di persone.

Carlo Capasa- presidente della camera nazionale della moda italiana
Carlo Capasa- presidente della camera nazionale della moda italiana

CORONAVIRUS IL MONDO E LA MODA: IL SOSTEGNO DEL GOVERNO

La Camera della Moda, è a lavoro, per portare al governo una serie di richieste che aiutino il settore moda a ripartire quando arriverà il momento. Oltre alle agevolazioni, come il prolungamento della normativa Patent box sui marchi fino al 30 giugno 2021: “Questo intervento permetterebbe alle aziende italiane, in particolare quelle del lusso, di difendere il valore dei marchi Made in Italy”. E ancora l’innalzamento delle percentuali attualmente riconosciute per il credito di imposta ricerca e sviluppo, “in particolare per le spese di design prevista per il nostro settore e portarle dal 6 al 12% e, se possibile, anche del capitale massimo da 1,5 milioni di euro a 3 milioni di euro, spiega Carlo Capasa, il presidente, e rendere almeno triennale il provvedimento attualmente previsto solo per l’anno 2020”. Questi sono alcune proposte.

Tokyo virtual show
Tokyo virtual show

LE SFILATE VIRTUALI

Le sfilate con le precollezioni rappresentano il 30 per cento della produzione italiana.  Le aziende di moda  avrebbero dovuto presentare in queste settimane le pre-collezioni che sono state tutte annullate  e di conseguenza sono mancati gli ordini, questa situazione preoccupa e non poco. Da qui nasce l’esigenza di trovare nuove alternative magari seguendo l’esempio della Fashion week di Tokyo.

L’intensificarsi dell’emergenza coronavirus ha portato le settimane della moda di Tokyo e Shanghai a prendere una scelta   radicale e avanzata: convertire integralmente i loro calendari in una serie di eventi virtuali.

la Rakuten fashion week di Tokyo, prevista dal 16 al 21 marzo,  data l’emergenza sanitaria era a rischio di cancellazione, ma poi gli organizzatori hanno preferito dare spazio alla creatività via web, valorizzando l’impegno delle diverse case di moda. La Japan fashion week organization, ente che promuove l’evento, ha lanciato lo streaming attraverso cui è possibile seguire le collezioni autunno-inverno 2020/2021 dei brand che hanno aderito.

coronavirus il mondo e la moda
ferragamo-fashion show-2020

FERRAGAMO IL PRIMO  VIRTUAL SHOW

Salvatore Ferragamo è tra i primi brand a offrire una soluzione nel digitale con Hyphen. Una realtà italiana leader da oltre vent’anni nell’ambito della trasformazione digitale, ha realizzato in tempi record il primo showroom interamente virtualeper la presentazione, delle collezioni.

COME FUNZIONA  IL VIRUAL SHOW

Il Virtual Showroom permette a buyer e partner di ogni nazionalità di consultare e visualizzare schede tecniche, foto e immagini interattive in versione 360° dei prodotti, in un ambiente cloud riservato e protetto.

“Siamo orgogliosi di supportare ancora una volta un’eccellenza del Made in Italy nel suo percorso di trasformazione digitale. Il progetto realizzato per Salvatore Ferragamo e le tempistiche di realizzazione. Ci confermano la solidità del modello e della tecnologia che da oltre vent’anni mettiamo a disposizione dei nostri clienti”. Ha commentato Stefano Righetti, Founder e CEO Hyphen.

VIRTUAL SHOW E SEE NOW BY NOW

La piattaforma di proprietà di Alibaba, permetterà ai suoi utenti di assistere al live streaming degli show dei 150 brand che prendono parte all’evento: tra cui Pinko, Diane von Furstenberg e Converse.

Previsto inoltre anche un servizio see now-buy now. Che consentirà agli spettatori di preordinare e acquistare tramite i loro smartphone, i capi e gli accessori presentati in passerella in tempo reale.

CORONAVIRUS VS ECONOMIA: ORA SPAVENTA L’IMPATTO SULL’ECONOMIA

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Daniela Carusone
Articoli dell'Autore / Daniela Carusone

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>