,

BUON COMPLEANNO SARAH JESSICA PARKER

BUON COMPLEANNO SARAH JESSICA PARKER

L’inedita Sarah Jessica Parker come nessuno l’aveva mai raccontata prima e proprio nel giorno del suo 54° compleanno. Una storia di abbandoni, povertà e rivalsa

Buon compleanno, Sarah Jessica Parker. La Carrie Bradshaw del piccolo e grande schermo spegne oggi 54 candeline.

Lunga chioma bionda, naso pronunciato e occhi azzurri come il mare: “Carrie” non è forse la venere di Botticelli in persona ma la sua eleganza, alimentata da una forte passione per la moda, la rendono onnipotente agli occhi di tutte.

Nata il 25 marzo del 1965, Sarah è molto più che una donna di successo.

La sua storia, infatti, varrebbe la pena di essere parafrasata. La povertà, l’abbandono del padre e poi la rivalsa: la Parker è un insegnamento per

gli ultimi: per tutti coloro che bramano un riscatto personale dopo anni di insofferenze.

L’opinione che molti hanno dell’attrice nativa dell’ Ohio, infatti, è ben distante dalla realtà.

Qualche volta la famiglia si ritrova senza luce, spesso senza una festa di compleanno, senza un vero Natale […] Sarah Inizia a vergognarsi di quella casa sgangherata e non vuole mai invitare gli amichetti“.

Questo è un tratto della breve biografia scritta dall’autrice Roberta Zeta, titolata “Sarah. Vita di Sarah Jessica Parker“.

Racconto avvalorato, per altro, dalle dichiarazioni della stessa Sarah Jessica Parker, che racconta in un’intervista: “La mia infanzia è stata unica. Per certi versi difficile ma anche stimolante. Mi ha ispirato in molti modi. Sono state proprio le cose che mi mancavano a indurmi a lavorare sodo […] Io e i miei fratelli indossavamo vestiti di seconda mano. I vestiti passati dai fratelli maggiori ai fratelli minori. O ai figli degli amici.”

Conosce l’abbandono del padre quando ha solo tre anni. Separazione obbligata da una incapacità, da parte dell’uomo, di sostenere economicamente l’esigenza della famiglia.

Dalle difficoltà economiche a donna di successo

Il sorriso dell’attrice statunitense cela sempre una vena di nostalgia. Un’infanzia tanto dolorosa da forgiare la sua umana sensibilità.

Per tal motivo, spesso, il suo volto viene associato alla beneficenza come nel caso dell’asta di beneficenza a favore delle vittime del terremoto in Nepal.

Di recente, inoltre, è ritornata a vestire i panni di “Carrie Bradshaw” per il progetto firmato da Stella Artois e Fondazione Water.org per portare acqua potabile alle popolazioni disagiate dell’Africa.

Si batte per i diritti delle minoranze e delle comunità LGBT grazie al movimento Time’sUp.

Oggi, Sarah Jessica Parker è una donna ricca, osannata. Una madre presente per James, Marion e Tabitha, al quale non fa mancare nulla. Un’imprenditrice straordinaria che forse presto approderà anche nel beauty.

Leggi anche

Sex & The City 2 è stato orribile. Scopri l’intervista dell’attrice americana a riguardo dell’ultimo sequel.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>