Moda

Carolina Herrera, l’elegante signora del fashion biz compie gli anni

Una vera lady dello show biz. Carolina Herrera spegne 82 candeline

Carolina Herrera è la stilista delle first lady. Ha vestito Michelle Obama in svariate occasioni, ad esempio, e anche  Jil Biden indossa i suoi abiti con estrema disinvoltura. Kamala Harris ha tenuto il suo primo discorso da vice presidente degli Stati Uniti in tailleur bianco firmato dalla stilista di origini venezuelane. Nel passato, anche Jacqueline Onassis ha vestito le sue creazioni contribuendo al successo della sua casa di moda. E la figlia Caroline, ha scelto proprio di indossare un suo abito da sposa per le sue nozze.

Potrebbe interessarti anche

Il tailleur bianco di Kamala Harris è un messaggio a tutte le donne

La Marchesa di Torre Casa (così è anche conosciuta Carolina dopo aver contratto matrimonio con il marchese Reinaldo Herrera), nasce a Caracas l’8 gennaio del 1939. Nel 1981, giunta negli Stati Uniti, fonda la sua eponima griffe. La sua passione per la moda ha radici lontane. È sua nonna, infatti, a farle conoscere il mondo del fashion biz, facendole apprezzare gli abiti di stilisti come Cristobal Balenciaga e Christian Dior.

Jackie Kennedy indossa un long dress firmato dalla stilista

Gli Inizi di Carolina Herrera

Diventa PR per Emilio Pucci, entra in contatto con gli artisti Andy Warhol e Mick Jagger e Diana Vreeland, editrice di Vogue, vedendo  i suoi bozzetti la spinge a lanciarsi nell’impresa ardua di fondare la sua griffe.

Da Balenciaga e Poiret eredita il rigore estetico del taglio e la struttura scultorea degli abiti. Le sue creazioni sono femminili, innocenti. Convince, soprattutto, la loro straordinaria vestibilità che porta il marchio ad essere il più indossato dalle donne d’affari.

Carolina Herrera in atelier

Carolina Herrera lascia nelle mani della figlia e del nuovo direttore creativo Wes Gordon, le sorti della griffe. In una recente intervista, nel ruolo di brand ambassador del marchio, ha dichiarato: “C’è una collezione da disegnare ogni sei settimane, la moda è cambiata, è troppo veloce, c’è troppa pressione“.

La storia completa della stilista è consultabile sull’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *