BUON COMPLEANNO YVES SAINT LAURENT

BUON COMPLEANNO YVES SAINT LAURENT

Il 1° agosto ricorre l’anniversario del compleanno di Yves Saint Laurent. Lo stilista franco-algerino avrebbe compiuto 84 anni

Nel giorno del compleanno di Yves Saint Laurent, MAM-e ricorda il celebre couturier con un estratto della sua biografia tratta dal nostro Dizionario della moda.

Yves Saint Laurent (1936), stilista francese, nasce a Orano in Algeria. Il suo ingresso nel mondo della moda avviene nel 1957, quando il ventunenne assistente di Dior è chiamato a succedere al maestro morto d’infarto in un albergo di Montecatini.

La collezione Trapezio consacra il giovane designer, appena diplomato all’École de la Chambre Syndicale de la Couture di Parigi, come l’enfant prodige dell’alta moda francese. 

Il suo stile si distingue da quello del suo predecessore per la sicurezza del taglio sartoriale e per le linee morbide ma essenziali. Ciò evidenzia la sua totale indipendenza nel panorama della moda francese e la sua marcata individualità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il debutto in Dior

La collaborazione con la maison Dior dura fino al ’60, quando Saint Laurent è chiamato a prestare il servizio militare in Algeria. 

È là che dall’amico e futuro socio Pierre Bergé riceve la triste notizia che la maison Christian Dior lo ha sostituito con un nuovo disegnatore, Marc Bohan.
Tornato a Parigi, decide di mettersi in proprio. Con l’aiuto di Bergé e di un finanziatore americano, J. Mack Robinson, il 20 gennaio 1962 aprì ufficialmente il suo atelier in rue Spontini.

Qui presenta la sua prima collezione firmata. Il successo è immediato. 

I suoi modelli sono acquistati dall’alta borghesia francese e dai compratori dei department store americani, che gli riconoscono il pregio di una linea non troppo elaborata ma ricercata nei tessuti.

La stampa del settore osanna i suoi tailleur dal taglio impeccabile, ritenuti gli unici veri concorrenti dello stile Chanel.
Le collezioni successive prendono spunto dalla storia, dall’arte, dalla letteratura; testimoniano la sua passione per il mondo della cultura e, in particolare, per il teatro, per il quale realizzò più volte i costumi. 

Nel ’66, lancia per la sera lo smoking da donna, semplice, nero con giacca dai rever in raso e gonna o pantaloni, da indossare in alternativa al tradizionale abito lungo.

 

Puoi continuare a leggere la storia di Yves Saint Laurent cliccando qui

 

Leggi anche

Calendario London Fashion Week SS20

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>