Moda

BOTTEGA VENETA PRE-FALL 2019 – DEBUTTA DANIEL LEE

Atteso debutto per Daniel Lee che presenta la Bottega Veneta pre-fall 2019

Bottega Veneta come mai l’avreste immaginata. La pre-fall 2019 disegnata da Daniel Lee scaccia il fantasma di Tomas Maier.

La nota fatta diramare dall’azienda è stata chiara: “Daniel Lee ha bisogno di ritrovare i giusti equilibri“. E ci è riuscito pienamente. L’assenza dalle sfilate milanesi di settembre (qui la notizia lanciata da MAM-e) ha dato i suoi frutti.

La pre-fall 2019 chiude il capitolo Tomas Maier, per diciassette anni al timone di Bottega Veneta.

Gli scatti della collezione, infatti, ci donano una donna giovane, audace, intraprendente e, soprattutto, contemporanea.

Pur non dimenticando il classico motivo Checker con il suo celeberrimo intreccio, Daniel Lee rilancia una nuova e sofisticata donna Bottega Veneta.

Il debutto dello stilista, ritenuto un esercizio intimo dall’azienda, definisce la nuova immagine della Maison italiana con dettagli femminili e sofisticati.

I toni si distaccano dalla palette di colore cara a Maier. Almeno per la pre-fall, Bottega Veneta dimentica il bordeaux lasciando spazio al bianco, ai colori safari e al nero.

Ciò che rimane inalterato, però, è il craftmaship che ha circoscritto il patrimonio della tradizione italiana.

Il focus della collezione donna è certamente il capospalla, realizzato in nobili pellami pregiati.

Solo una prova? Assolutamente no perché dietro Daniel ci sono maestri artigiani che realizzano, da anni, il manifesto dell’eleganza firmato dalla griffe, inimitabile sebbene svariati tentativi nella storia.

La sinuosità delle grazie femminili vengono accarezzate da una fluidità piena che incontra, in toni avversi, la rigidità della pelle.

Proporzioni ampie e indefinite trattenute da chiusure lampo e bottoni che ne determinano la foggia.

Elementi che condividono la storia di questa pre-fall 2019 sono gli accessori.

Clutch, box e tote sono realizzate attraverso diversi metodi come l’annodatura, la tessitura e l’intrecciatura. Questi dettagli caratterizzano anche le calzature come i sandali  e le décolleté dalla punta quadrata.

La struttura minimale degli accessori e gli elementi metallici delle borse si ispirano al Razionalismo milanese così come la gioielleria con sfere martellate e catene in oro e argento.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!