BOTTEGA VENETA FW20: GIOIA, GRAZIE, FORMA

BOTTEGA VENETA FW20: GIOIA, GRAZIE, FORMA

Milano Fashion Week. Daniel Lee porta in passerella una Bottega Veneta autunno/inverno 2020-21 lussuosa e moderna

Daniel Lee, per Bottega Veneta Fall/Winter 2020-21,  porta in passerella una nuova lettura del lusso che si destreggia, in chiave moderna, attraverso tessuti e pellami pregiati e silhouette movimentate.

Radicata in una nuova dimensione. Immersa in un sogno. Una poetica sensualità pervade ogni capo. La sicurezza della vulnerabilità. Pura espressione di sé.”

L’uomo d’oro della moda, fuori dall’alter ego che ha contagiato molti dei suoi colleghi, porta al successo Bottega Veneta, griffe a capo del gruppo Kering e che dal 2018, anno della sua nomina, incassa plausi e successi.

Il punto di forza di Daniel è la sua dispotica vocazione artistica: moderna, garbata e strutturata. Agli antipodi, certamente, con il suo predecessore Tomas Maier che, dopo diciassette anni alla direzione creativa dell’azienda, lascia a Lee un compito difficile: viziare i clienti e dare una nuova visione estetica del marchio.

La storia della griffe è consultabile sulla nuova Enciclopedia della Moda online di MAM-e.it

Dopo una partenza in sordina che costringe la Maison a saltare la collezione primavera/estate 2019, Daniel Lee ha dimostrato di appartenere, più di chiunque altro, alla moda.

La collezione presentata a Milano celebra l’estrema eleganza dell’azienda attraverso la nomina di nuovi codici estetici. Le silhouette si allungano e cingono le forme di modelle e modelli che sfilano in passerella. Tessuti che si intrecciano e frange che librano nell’aria. Il tutto, in una palette di colore sofisticata che si sfuma nelle tonalità del nero, del rosso scarlatto, del lollipop, del kiwi e del cioccolato.

Salvatore Ferragamo, Gabriele Colangelo, Philosophy di Lorenzo Serafini: le tante sfaccettature del Made in Italy alla Milano Moda Donna 2020-21

Alla Milano Fashion Week 2020-21 si cerca di dare una nuova identità alla donna. Dopo un’osannata e stucchevole ricerca volta allo sportswear, infatti, il modello di femmina rilanciata in passerella è quello di un’intelligente business woman, elegante e seducente.

Tuta in pelle Salvatore Ferragamo

Per la Salvatore Ferragamo Fall/Winter 2020-21 le icone di riferimento sono Michelle Obama, Nina Zilli, Nancy Pelosi e Virginia Woolf: donne di ieri e di oggi che hanno scritto la storia della politica, della letteratura e della musica.

Gli abiti ci definiscono, ma se scelti con criterio e senza inibizioni, sono uno strumento per sperimentare, evolvere e trasformare, dunque ripensare se stessi“, dichiara Paul Andrew.

In passerella, la forza della pelle, la leggerezza del cachemire, il romanticismo dell’organza e il gessato: un evergreen delle collezioni Ferragamo.

 

 

 

 

 

Gabriele Colangelo

Punta sui tessuti pregiati e su linee minimaliste lo stilista Gabriele Colangelo che, a Milano, presenta una collezione

autunno/inverno 2020-21 smart, concepita per una donna impegnata ed elegante.

Il designer, infatti, propone in passerella un progetto creativo femminile che si sviluppa attraverso tessuti intrecciati artigianalmente. Non manca, inoltre, l’ausilio della tecnologia che realizza superfici laserati che lasciano intravedere la pelle.

Una palette di colore sofisticata, nei toni del beige del cioccolato e dell’azzurro, rafforza la dicotomia modernità e ricercatezza.

 

 

 

Philosophy by Lorenzo Serafini

Lorenzo Serafini per la collezione Philosophy by Lorenzo Serafini autunno/inverno 2020-21 si ispira a Patty Pravo, controversa ed eccitante cantautrice degli anni Ottanta che ha fatto sognare intere generazioni. Lo spirito libero della Pravo ha, così, vibrato le corde di Lorenzo che, a Milano, presenta una Fall/Winter che mixa provocazione e artigianalità attraverso tessuti intinti manualmente.

Un “pensiero stupendo”, insomma, che forgia un progetto giovane, audace e travolgente.

In passerella, pantaloni metallici, camicie a stampe liberty che contrastano con l’austero velluto e la pelle lavorata effetto shine.

 

 

 

 

Elisabetta Franchi, la più tenace stilista italiana in passerella a Milano con una collezione che supera ogni aspettativa

Collezione Elisabetta Franchi FW20-21

Elisabetta Franchi. La sua donna è in rosa. L’imprenditrice e stilista italiana vive un momento d’oro della sua carriera. Lo dimostra anche la collezione autunno/inverno 2020-21 che mette in luce una femmina elegante, cosmopolita, forte e intraprendente.

Il defilé è un omaggio alla seduzione con suit slim, gonne in tulle, sahariane avvitate e abiti che si illuminano di strass. E ancora, giacche in pelle strutturata come corazza e gonne asimmetriche plissetatate per un glamaudace.  Il tutto, in un cofanetto cipriato che illumina il giorno e la notte della donna Elisabetta Franchi. L’evoluzione di una giovane principessa sognatrice – proprio come la stilista – in un’ascesa inarrestabile di consensi e successi.

Potrebbe interessarti anche: La vita di Elisabetta Franchi Su Real Time

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>