,

BOLDINI E LA MODA, LA MOSTRA A FERRARA

BOLDINI E LA MODA, LA MOSTRA A FERRARA

Palazzo dei Diamanti di Ferrara dedica una mostra all’eclettico pittore italiano, “Boldini e la Moda”

Ferrara omaggia uno tra i più importanti esponenti della pittura italiana con la mostra “Boldini e la Moda”, in programmazione sino al 2 giugno 2019.

Ferrarese doc, Giovanni Boldini era un artista poliedrico, elegante e supremo. Sensibile e generoso nei confronti dell’arte. Ben inscritto nell’enfasi sofisticata della Belle Époque.

Zanin, questo è il soprannome che gli dettero i suoi famigliari, è definito un pittore indipendente, cresciuto nella bottega del padre prima – anch’egli pittore – e in quella di Giuseppe Saroli poi.

La sua figura s’impone tra le file dei committenti negli anni a cavallo di fine Ottocento ai primi del Novecento. Giunge nelle grazie di personalità predominanti dell’epoca come la marchesa Casati, Robert de Montesquiou, Cléo de Mérode e Lina Cavalieri.

Va sottolineato con fermezza che la sua leggiadra visione artistica lo ha condotto a controfirmare sodalizi artisti ben più raffinati, legando la sua pittura alla moda.

Il glamour è una costante nelle sue opere. Per tal motivo molti sarti del periodo si avvicinarono alla sua bottega.

Nel complesso gioco di vanità, la sua ritrattistica si elabora in pennellate vibranti e nervose, pacate e calme. Si riflette nel gusto dell’epoca con abiti sfarzosi e ricchi di dettagli.

I suoi dipinti immortalano donne borghesi, abbigliate con abiti realizzati negli atelier di Worth, Poiret, Doucet e Sorelle Callot, definendo uno stile unico e inconfondibile.


Boldini sapeva riprodurre la sensazione folgorante che le donne sentivano di suscitare quand’erano viste nei loro momenti migliori. Cecil Beaton.

L’esposizione

La mostra “Boldini e la moda”, curata da Barbara Guidi e Virginia Hill, indaga sul rapporto fecondo tra il pittore e l’alta moda parigina.

A questa relazione va legandosi anche la vicinanza di artisti del calibro di Degas, Sargent, Whistler e Paul Helleu.

L’esibizione, organizzata nei meandri di Palazzo dei Diamanti di Ferrara, è allestita per sezioni tematiche ciascuna patrocinata da letterati che hanno condiviso la passione per la moda. Tra questi si annoverano Wilde, Baudelaire, D’Annunzio e Proust.

In esposizione è possibile ammirare non solo dipinti ma anche abiti d’epoca e preziosi oggetti che vanno a ricalcare lo sfarzo della Belle
Époque in correlazione alla pittura, alla moda e alla letteratura.

La mostra è organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara.

Per maggiori informazioni cliccate qui.

Leggi anche

Cecil Beaton, dal fotogiornalismo alla moda

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri