Anello di fidanzamento Diana: storia di un tragico epilogo

Anello di fidanzamento Diana: storia di un tragico epilogo

A Repossi fu affidato l’anello di fidanzamento che Dodi Al-fayed intendeva regalare alla sua amata Diana Spencer. Monile che non venne mai indossato all’anulare

L’anello di fidanzamento di Diana, che Dodi intendeva regalare alla sua amata per ufficializzare la loro unione, è molto più di un prezioso monile. È la storia dolorosa di una felicità incompiuta. Di una donna tormentata dal passato che la volle vittima sotto un ponte parigino. La storia, a metà, di una principessa triste.

Lady Diana Spencer ricevette in dono un anello di fidanzamento tra i più belli che la stampa abbia mai potuto raccontare. Ma, in tutta onestà, quello era un monile maledetto, sofferto. Odiato. Era l’inizio di un angustio futuro, che la storia colloca al 24 febbraio 1981 ovvero dal giorno in cui il figlio prediletto della regina Elisabetta d’Inghilterra chiese la mano alla borghese Diana Spencer. Uno zaffiro da 18 carati circondato da una corona di diamanti pavé (14, per l’esattezza), dal valore stimato a 65 mila euro e fornito dalla gioielleria Garrard, dal 1842 ai servizi della corona britannica.

Nella foto ufficiale, Diana indossa l’anello di fidanzamento regalato dal principe Carlo.

Elegantissima, nella foto ufficiale che annuncia il reale fidanzamento, Diana esibisce il lussuoso prezioso abbinandolo ad un completo giacca/gonna di un azzurro vivace. Sul viso, un abbozzo di sorriso e la sua melanconica espressione che quasi faceva presagire l’ombra di un’altra donna, quella dell’amante storica Camilla Parker Bowles.

Il video del matrimonio tra Diana e Carlo

I due, ad ogni modo, coronarono la loro unione (sarebbe troppo definirlo amore) il 29 luglio del 1981 con una cerimonia trasmessa in mondovisione e che tenne incollati al teleschermo 800 milioni di persone (un record, a suo tempo). Dopo il divorzio, avvenuto ufficialmente nel 1996, l’ex principessa affermò che durante la cerimonia erano in tre, sostenendo la tesi che ormai l’ex marito intrecciava una relazione con l’attuale duchessa di Cornovaglia da tempi immemori.

L’unione con Dodi Al-Fayed.

Si potrebbe parlare della storia d’amore tra Diana e Dodi ripercorrendo la loro vita in flashback. Perché è la memoria che ci consegna alla mente quel tragico pomeriggio parigino del 31 agosto del 1997; le lamiere di una Mercedes-Benz accartocciata, schiantatasi sul muro in cemento armato che erge e sostiene il ponte dell’Alma.

Eppure, solo qualche giorno prima, ammiravamo l’eleganza di Diana, nel suo costume intero a prendere il sole sul lussuoso yacht dell’amato Dodi.

Diana immortalata da un paparazzo sullo yacht di proprietà di Dodi Al-Fayed

Era Felice.

L’anello di fidanzamento che Diana aveva scelto per il suo fidanzamento ufficiale con Dodi Al-Fayed

Diana, qualche settimana prima di morire, ebbe un incontro con il gioiellerie Repossi al quale affidò l’anello di fidanzamento che Dodi Al-Fayed voleva donarle per ufficializzare la loro unione.

L’anello di fidanzamento che Dodi Al-Fayed volle regalare alla sua amata Diana

L’ex principessa del Galles, in vacanza a Monaco, si affacciò alla vetrina della storica gioielleria e, senza pensarci su, indica un anello della collezione “Dimmi di si“. Dopo qualche giorno, Alberto Repossi incontrò i due fidanzati in un hotel di Saint Tropez per decidere il modello e la caratura dei diamanti e, con suo stupore, capì che Diana era interessata al modello visto nella vetrina della boutique monegasca. Repossi aveva l’obbligo di consegnare il prezioso il 30 agosto perché l’1 settembre ci sarebbe stata l’ufficializzazione del loro fidanzamento.

La storia si chiude con i flash dei paparazzi giunti a Parigi per immortalare la nuova coppia. Dell’anello, ritirato da Dodi il 30 agosto come stabilito, non vi è traccia. I due moriranno nel tragico incidente il 31 agosto del 1997. Tragica fatalità, destino o altro? Le coincidenze, in questa storia, sono troppe per credere al fato.

 

Leggi anche

Carlo confessa: “sbagliai a sposare Diana” 

Lady Diana “usata” nel suo anniversario

Lady Diana è ancora un’icona di stile 

Lady Diana in mostra a Kensington Palace

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>