ALTAROMA 2020: DA GIADA CURTI AI NUOVI TALENTI

ALTAROMA 2020: DA GIADA CURTI AI NUOVI TALENTI

AltaRoma officina di talenti. Dalle grandi conferme agli astri nascenti: la nuova edizione del 2020 mette in risalto le eccellenze del Made in Italy

L’edizione AltaRoma 2020 è vetrina per cento marchi italiani e stranieri in cerca di visibilità. Atelier, artigiani e piccoli produttori che avanzano nella loro ascesa. Difficile credere che, in un periodo storico di crisi produttiva italiana e internazionale, ci siano ancora creatori che non smettono di crederci.

Eppure, presso l’ex Caserma Guido Reni, sino al 26 gennaio 2020, il “miracolo” è quasi compiuto. Grazie al sostegno di Camera Commercio Roma, Regione Lazio e Agenzia Ice, tra sfilate, presentazioni e installazioni, nella capitale si vivono un quattro giorni intensi tra moda e arte.

Consulta il calendario completo della kermesse.

Silvia Venturini Fendi, presidente dell’evento, afferma: “Oggi AltaRoma agisce come incubatore creando, con i propri progetti, un circuito virtuoso volto alla scoperta e alla promozione dei nuovi talenti del Made in Italy. Sempre più siamo percepiti come un punto di riferimento e opportunità concreta di visibilità e crescita per tanti giovani designer alle prime armi; in molti casi rappresentiamo una porta d’accesso al mondo del lavoro e dei mercati, soprattutto per giovani talenti provenienti dal centro-sud d’Italia. Nell’ultimo triennio AltaRoma è riuscito anche a dare il suo contributo nell’introdurre nuova linfa nel sistema moda italiano, ottimizzando le sinergie con Firenze e Milano.

Giada Curti, suggestioni esotiche ad AltaRoma. Dall’Italia all’Indocina e viceversa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’Alta Moda firmata da Giada Curti è un viaggio esotico – ed esoterico – nella lontana Indocina. La stilista italiana si ispira alla pellicola firmata dal regista Jean Jacques Annaud, “L’Amante”, creando una collezione dall’animo nobile.

Sete pregiate, tessuti laminati, fasciati da effetti sparkling pregiati. Bouquet floreali in omaggio a una donna entusiasta della vita, elegante e romantica. Tessuti ramage e gazar. La Curti dimostra venerazione nei riguardi dell’Haute Couture e della donna, sua vera musa ispiratrice.

Le “Imperfezioni” di Morfosis ad AltaRoma 2020

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alessandra Cappiello in scena durante la kermesse capitolina con una collezione “imperfetta“. La femminilità, certamente non sussurrata, nella collezione autunno/inverno 2020-21 si impadronisce di dettagli maschili come giacche strutturate che si modellano sulle forme sinuose della donna. Con Morfosis, la Cappiello gioca sulla duttilità delle trasparenze giocando, inoltre, con velluti e pelle. Il carattere forte e aggressivo dell’immagine Morfosis è reso convincente da una palette di colori vibranti come il blu, il bordeaux e tonalità vitaminiche.

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>