ALBERTA FERRETTI SS19, L’INNOCENZA CONTEMPORANEA

ALBERTA FERRETTI SS19, L’INNOCENZA CONTEMPORANEA

La complessità dell’universo femminile raccontata nella collezione Alberta Ferretti SS19

Nulla appaga come la descrizione di una donna che ama la sua libertà. La collezione Alberta Ferretti SS19 diventa un inno all’evasione con frammenti di vita vissuta con il dono del fascino.

In questa collezione ho voluto raccogliere una nuova attitudine femminile che spinge le donne a dichiarare una personalità decisa ma con il linguaggio dell’ingenuità, della delicatezza, della pacatezza e del sogno. Ho potuto costruire così un viaggio che descrive avventure fisiche con un viaggio interiore. Quello che porta alla riflessione e alla gioia di vivere e che spinge le donne sempre più verso una comprensione di sé e del mondo» racconta Alberta Ferretti.

La donna di Alberta indossa una nuova silhouette scandita da abiti che fluttuano e forme che lasciano libero il corpo.

La palette di colore si stempera nelle tonalità pastello con l’accortezza di osare con le sfumature del deserto e il verde della tundra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il défilé è stato generoso. In passerella sono transitati abiti e tuniche corte in plissé soleil e lavorazioni in crochet su vestiti in chiffon e pizzo Sangallo.

Non mancano, inoltre, le tute corte in popeline, i pantaloni dall’aspetto utilitary, le giacche e i giubbotti con multi-tasche staccabili.

La collezione Alberta Ferretti SS19 guarda anche al passato con un’iconografia che ricorda le origini ma riletta in chiave contemporanea.

Non mancano, dunque, sahariane effetto paracadute con tasche over che segnano la vita e le sottovesti in satin con ricami a crochet e inserti in pizzo.

Scopri anche

Jil Sander SS19, minimalismo acuto alla MFW

Luisa Spagnoli SS19, Venere approda alla MFW

 

La voce Alberta Ferretti è consultabile sul Dizionario della Moda di MAM-e.it

Dagli anni Ottanta in poi gli affari si svilupperanno in maniera inarrestabile; l’azienda lancerà anche la linea Philosophy, sempre disegnata dalla stilista, rivolta ad un target più giovane e posizionata su una fascia di prezzo più bassa, e acquisterà le licenze per la produzione di firme di spicco del prêt-à porter quali Jean Paul Gaultier, Authier, Cacharel e Marithé & François Girbaud.

Read More

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Meet the author / Stefania Carpentieri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>