Aenne Burda, la donna che ha portato la moda nelle case

Aenne Burda, la donna che ha portato la moda nelle case

Aenne Burda, la tedesca che ha avvicinato il popolo alla moda. L’imprenditrice che ha scritto parte della storia del Costume

Senza Aenne Burda non avremmo le sarte che doviziosamente hanno accontentato le richieste di milioni di clienti. Senza lei, non potremmo consultare, ancora oggi, la bibbia della moda handmade con i suoi cartamodelli e le guide alle taglie. Il Burda è stato il vero divulgatore della moda elegante, austera. Specchio dei tempi che corrono, fonte inesauribile per studiosi del settore.

Di lei, si parla come un “simbolo del miracolo economico tedesco“. Tale definizione, invero, non pare così scontata. Analizzando il periodi di massima prosperità del suo lavoro, infatti, è possibile sostenere tale teoria. L’imprenditrice tedesca, nata Anna Magdalene Lemminger, avvia la sua attività nel 1950 ovvero nel periodo in cui la Germania ritorna a respirare economicamente dopo la seconda guerra, adottando il liberismo economico (ordoliberismo).

La scalata al successo di Annae Burda

Copertina di Burdan Moden del 1958

Aenne, nata il 28 luglio del 1908, non ha alcuna formazione nell’ambito della moda né, tanto meno, in quello editoriale. A 17 anni, abbandona gli studi per lavorare come cassiera in una compagnia elettrica della sua città, Offenburg. È l’incontro con Franz Burda, erede della tipografia fondata dal padre, a cambiarle la vita. Tra i due nasce una relazione intensa che li porta a coronare il loro sogno d’amore ad un anno dalla loro conoscenza. I due si sposeranno il 9 luglio del 1931.

Nel 1949 fonda una casa editrice che pubblica riviste di moda. Presa dall’eccitazione del successo, lancia nello stesso anno sul mercato la rivista Favorit mutata, successivamente, in Burda Moden.

Puoi integrare le informazioni su Burda consultando l’Enciclopedia della Moda di MAM-e.it

Il primo numero della rivista è un gran successo riuscendo a piazzarsi in 100.000 case. Il format è talmente riuscito che riesce ad entrare anche in un mercato ostile come quello dell’Unione Sovietica.

Aenne Burda tra alti e bassi: dalla notorietà alla crisi con il marito

Aenne e Franz Burda in uno scatto realizzato durante il loro matrimonio tenutosi il 9 luglio del 1931

Le storie di successo che sono giunte sino ai giorni nostri hanno tutte come comun denominatore l’astuzia e la caparbietà dei protagonisti. Di fatto, anche Annae fa leva sulle sue capacità per introdursi a gamba tesa nel mondo dell’editoria. Conoscendo Franz, padre dei suoi tre figli, ha avuto la strada spianata ma è chiaro che non basta solo essere la moglie “di” per poter entrare in un mondo al dominio maschile.

Purtroppo, però, accade che quando si è presi dai propri progetti, ciò che abbiamo accanto prende un’altra direzione. Ed è proprio quello che è accaduto all’imprenditrice tedesca che, per un caso, scopre la seconda vita del marito: innamorato di un’altra donna, dal quale ha anche una figlia. Aenne, scopre solo per caso il tradimento dell’uomo che ama. E il tutto, per un portafoglio lasciato incustodito a casa. La signora Burda è una donna agguerrita, dura, impenetrabile. Poco accondiscendente. Scatena un inferno, cercando di spostare la sua proprietà in Francia per poi tornare sui suoi passi e tentare di uccidere, proprio così, l’uomo che l’ha fatta soffrire.

Convitasi a non mettere in atto il suo piano, minaccia di creare scandalo con una richiesta di divorzio. In ballo c’è proprio la rivista di moda. Una volta raggiunto l’obiettivo, l’imprenditrice scopre che la casa editrice ha accumulato dei debiti (200.000 marchi tedeschi, per l’esattezza). La caparbietà della donna, decisa a risollevare il suo impero, fa di tutto per riportare equilibrio nell’azienda. Impegna persino i suoi averi per poter garantire un lavoro ai suoi dipendenti.

Burda Moden

Il successo di Burda Moden è l’incredibile frutto, probabilmente, di un’ottima sinergia con i suoi dipendenti. Si pensi, ad esempio, che Burda Moden è il titolo scelto da un suo lavoratore dopo che si scoprì che il marchio Favorit Moden era già in uso. In nemmeno un lustro si registra una notorietà inattesa. Tutto va a gonfie vele, anche la vita privata. Aenne condivide il letto con un uomo che non è suo marito e non ha remore, una volta raggiunto il giusto equilibrio, a presentare il conto al povero Franz. La coppia non brucia il matrimonio ma si convince ad avere relazioni fuori dalla sfera matrimoniale.

Aenne Burda, la donna del miracolo economico

Un frame di “Aenne Burda: la donna del miracolo economico

Burda è distribuito in oltre 100 Paesi al mondo e tradotto il 17 lingue. Alla donna sono state dedicate svariate pellicole per onorare l’audacia, la destrezza, l’intelligenza di una imprenditrice che è partita da zero e che ha dato valore ai suoi ideali. Il 1° luglio 2020, in prima serata su Canale 5, verrà trasmessa la prima puntata della miniserie “Aenne Burda, la donna del Miracolo economico“.

 

Leggi anche

Valentino a Cinecittà con l’Haute Couture: il ritorno a Roma

Dolce & Gabbana a Pitti Uomo, il Made in Italy rinasce a Firenze 

Chi li ferma i francesi? La Paris Fashion Week si farà 

 

 

 

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefania Carpentieri
Articoli dell'Autore / Stefania Carpentieri

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>