Milano

“MEMPHIS BLUES AGAIN” AL MUSEO DEL DESIGN

 

11 dicembre 1980, a casa di Ettore Sottsass un gruppo di giovani architetti e designer milanesi, si riuniva e trovava ispirazione nella canzone Stuck in a mobile with the Memphis blues again di Bob Dylan. In quella sera di quasi inverno nasceva il movimento disposto a esplorare nuovi modi di vivere la casa, di ribaltare i concetti che fino a ora avevano avuto la meglio.

Nasceva il collettivo Memphis, attivo per diversi anni. Ha visto coinvolgere numerosi creativi internazionali tutti esponenti della scena postmodernista, con progetti che prendevano spunto dal passato e dal presente. Colori vivaci, forme geometriche e un sapiente recupero del kitsch furono i tratti distintivi dei diversi lavori.

Oggi, nella settimana della design week milanese, un video al Museo del Design 1880 1980 ne racconta le sperimentazioni, i fallimenti e i successi. Di un movimento concepito come un qualcosa di fugace e senza futuro. Sottsass lasciò il collettivo da lui fondato già nel 1985 esaurito il suo scopo: quello di contrastare con uno stile molto aggressivo il design minimale dell’epoca, influenzando lo sviluppo di quello moderno. Con Memphis Blues Again si entra in un racconto, in cui a parlare sono i protagonisti in un’intervista realizzata con il contributo di Barbara Radice, Michele De Lucchi, George Sowden, Martine Bedin, Aldo Cibic, Nathalie Du Pasquier.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!