,

LA NATIONAL GEOGRAPHIC SOCIETY ARRIVA A MILANO

LA NATIONAL GEOGRAPHIC SOCIETY ARRIVA A MILANO

«Incrementare e diffondere la conoscenza geografica e allo stesso tempo promuovere la cultura dell’umanità, della storia e delle risorse naturali». Con queste parole John M. Fahey Jr., l’allora direttore generale della National Geographic Society, dichiara nel marzo del 1998 lo scopo dell’istituzione americana. Che dal 1888, da quando venne fondata a Washington D.C. da un gruppo di esploratori ha la volontà di promuove la ricerca scientifica.

Le divulgazioni delle scoperte sono sempre state pubblicate sulla più conosciuta rivista, il National Geographic Magazine e in diversi libri, oltre a essere raccontate nel Museo che a sede a Washington D.C e che contribuisce a sua volta a sponsorizzare ulteriori mostre. Fra cui l’ultima a Milano al Museo di Storia Nazionale.

Qui esposti 150 scatti che ripercorrono la storia della Society dalla fondazione ai nostri giorni e i fotografi che hanno accompagnato gli straordinari protagonisti dell’epopea dell’esplorazione del Novecento: dal viaggiatore artico Robert Peary allo scopritore del Machu Pic- chu, Hiram Bingham, da Jacques Cousteau a Dian Fossey, da Jane Goodall ai Leakey, la famiglia di paleoantropologi più famosa del mondo. Dunque non una semplice mostra, ma un racconto che riporta alla riscoperta di antichi misteri, di civiltà perdute e creature fuggevoli.

 

National Geographic. La Storia, la Fotografia, le Esplorazioni

Fino al 14 febbraio 2016

Museo di Storia Nazionale, Milano

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

redazione
Articoli dell'Autore / redazione