,

BASE lancia a Milano l’iniziativa We will design

BASE lancia a Milano l’iniziativa We will design

BASE lancia a Milano l’iniziativa We will design, una call to action rivolta a giovani e aspiranti designer

BASE – We will design – Milano

Milano non smette di fare progetti per il futuro, tanto che inizia già a pensare al Fuorisalone 2021. BASE promuove We will design, l’iniziativa per partecipare alla Design Week 2021. La grande opportunità è indirizzata ad università, accademie, luoghi di formazione non convenzionale, designer e brand emergenti. Durerà fino al 4 dicembre 2020.

Base we will design milano
Base – We will design

L’approccio di BASE

Il progetto vuole dare spazio alle nuove generazioni, italiane e internazionali, per “ripensare nuovi modi di vivere attraverso il design”. L’idea è quella di fondere quest’ultimo con l’antropologia, per interpretare i cambiamenti e le tematiche del particolare momento storico che stiamo vivendo. Il design diventa uno strumento per guardare alla società contemporanea, assume una connotazione sociale.

BASE vuole approcciare la Design Week 2021, già da ora, in modo riflessivo. Non si può ignorare ciò che è successo nei mesi scorsi: la sospensione della vita quotidiana, la necessità di imparare a convivere perennemente con altre persone, la solitudine, la fruibilità della vita sociale limitata alle attività online. In un contesto come questo, il design deve necessariamente ampliare la sua vision e coinvolgere temi importanti come l’ambiente, la società, l’antropologia, le relazioni tra pubblico e privato. BASE interpreta il design come una chiave di lettura dell’evoluzione sociale.

L’approccio di BASE si basa su tre capisaldi:

  • Lungo periodo 

Il progetto passa da essere di una settimana ad avere una durata annuale. BASE ha voluto interpretare la Design Week come un percorso di lungo termine. Gli appuntamenti nel corso dell’anno saranno diversi; l’apice verrà raggiunto durante il periodo del Fuorisalone.

  • Co-progettazione

La realizzazione dei progetti non sarà più solo a due mani: l’idea è quella di collaborare, per approfondire le tematiche indagate tramite residenze, workshop e un public program.

  • Transettorialità

BASE coinvolgerà università di design ma anche accademie per attività formative interdisciplinari, per unire diverse discipline e visioni. Questo aspetto andrà a rafforzare ulteriormente il concetto di progetto a lungo termine.

 

We will design – L’iniziativa

La call si è aperta lo scorso mercoledì 7 ottobre; si chiuderà il 4 dicembre alle 24.00. Lo staff dedicato di BASE, dopo questa data, si occuperà di selezionare i migliori e darà un feedback entro il 18 dicembre.

BASE propone tre tipi di collaborazione. Exhibition e collaborative project sono indirizzati a università, scuole di alta formazione, accademie, mentre le temporary home a designer e brand emergenti.

 

Leggi anche: 

Visionnaire Beauty, la nuova collezione a Milano Design City

Zanotta alla Milano Design City: Back to emotions collection

Milano Design City: Artemide partecipa con Integralis

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Giulia Fossati
Articoli dell'Autore / Giulia Fossati

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>