aereo caduto
Milano,  NEWS

Aereo caduto a San Donato, Milano: le vittime sono 8

Aereo caduto a San Donato, Milano: il velivolo si è schiantato su un edificio, provocando alte colonne di fumo – Le vittime accertate sono 8: a bordo c’era anche un bambino

Nel pomeriggio di oggi, domenica 3 ottobre 2021, un aereo è caduto a San Donato, capolinea della M3 di Milano, provocando un incidente nel quale hanno perso la vita 8 persone. Il veicolo si è schiantato su un edificio, innescando un incendio che ha sollevato alte colonne di fumo. I testimoni hanno dichiarato che il fumo era visibile fin da Rogoredo.

Aereo caduto a San Donato: l’incidente

Stando alle testimonianze, l’aereo sarebbe rimasto in quota solo pochi minuti, prima di avvertire un guasto al motore, che ne avrebbe provocato l’incendio. È precipitato poco dopo essere decollato dall’aeroporto di Linate, schiantandosi su un edificio all’incrocio di via Marignano e via 8 ottobre 2001 (la via che paradossalmente commemora un disastro aereo), dopo una svolta ingiustificata verso San Donato.

Un testimone ha confermato che, al momento del disastro, il motore del velivolo era in fiamme. L’aereo avrebbe colpito il tetto e la facciata del palazzo, provocando un incendio che in molti hanno avvistato fin da Rogoredo.

L’edificio, per fortuna, era disabitato. La palazzina, di proprietà del Comune e ceduta in gestione ad ATM, versava in stato di ristrutturazione, ma – essendo domenica – non c’erano addetti ai lavori presenti. Nessuna vittima, dunque, al suolo. Gli 8 decessi coinvolgono però i passeggeri del volo privato, tra i quali non ci sono sopravvissuti.

aereo caduto
Il luogo dell’incidente

Le vittime

Alla guida del velivolo c’era Dan Petrescu, 68 anni, un imprenditore immobiliare rumeno di grande successo, con doppia cittadinanza tedesca. L’aereo caduto era di sua proprietà. Insieme a lui, c’erano la moglie (65 anni) e il figlio (30 anni), ricercatore residente in Canada che sarebbe arrivato in Italia in compagnia di una coppia di amici e del loro bambino, battezzato ieri.

Alla conta delle vittime, dunque, risulterebbero almeno 6 turisti, tra cui un bambino, oltre al pilota e al suo secondo.

Petrescu aveva acquistato l’aereo nel 2015, ed era diretto nella sua villa di Olbia, in Sardegna. Lì li aspettava la madre del miliardario.

Le dichiarazioni del sindaco di San Donato

Il sindaco di San Donato Milanese, Andrea Checchi, ha usato l’espressione «immagini agghiaccianti» per descrivere quelle dell’aereo caduto oggi nel suo Comune. Ecco cosa ha dichiarato.

Sono rientrato in città alla notizia dell’incidente. Ad ora non ci sono certezze sulla dinamica e non mi sbilancio. Nella zona intorno all’area che è stata isolata si sta lavorando per recuperare i resti. Voglio esprimere tutta la vicinanza, anche della comunità, verso le famiglie delle vittime.

Leggi anche:

8 ottobre 2001: 20 anni fa il disastro aereo di Linate

Incidente Pirelli: 19 anni fa l’incidente aereo a Milano

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *