, ,

HYPERLOOP IL TRENO A LEVITAZIONE MAGNETICA

HYPERLOOP IL TRENO A LEVITAZIONE MAGNETICA

Dalla visione di Elon Musk nasce Hyperloop, il treno a levitazione magnetica che anticipa il futuro.

Elon Musk fra Tesla ed esplorazione spaziale, ha avuto anche il tempo di dedicarsi ad un progetto come Hyperloop, un treno a levitazione magnetica.

Se ne sta già parlando anche in Italia, grazia al co-fondatore e presidente della Hyperloop Transportation Technologies (HTT), l’italiano Gabriele Gresta, soprannominato Bibop.

Bibop Gresta è nato a Terni e la sua carriera è costellata da musica, cinema e start-up innovative su media e tecnologia. Nel 2014 è diventato co-fondatore e presidente della HTT e registrato il marchio Hyperloop in 56 Paesi al mondo.

Tutt’ora Bibop si trova in Italia per trovare sostegno economico e istituzionale alla sua iniziativa, sottoponendo i vantaggi di Hyperloop ai membri del governo Conte e ai più grandi imprenditori italiani.

Hyperloop, il treno a levitazione magnetica del tutto ecosostenibile
Hyperloop, il treno a levitazione magnetica, il futuro dei trasporti

Come funziona Hyperloop

Hyperloop è un treno a levitazione magnetica che riesce a raggiungere la disarmante velocità di 1.223 km/h, circa la velocità del suono (potrebbe coprire Milano-Roma in mezz’ora).

Per dirla in parole povere, la tecnologia consiste nell’inserire una capsula (capace di contenere migliaia di persone) dentro un tubo sotto vuoto.

Essa, dopo una piccola spinta iniziale, riuscirebbe a creare autonomamente energia cinetica sfruttando la levitazione magnetica passiva.

In questo modo produrrebbe il 30% in più dell’energia che consuma.

Trasporto sostenibile

Il trasporto del futuro insomma, visto che non solo produce energia ed è super efficiente, ma è anche ecosostenibile ad impatto ambientale pari a zero.

Infatti i piloni che sorreggeranno il “tubo” verrebbero costruiti con un tipo di cemento in grado di assorbire anidride carbonica e ricoperti di pannello solari.

Dovrebbe essere questa la nuova frontiera dei trasporti, l’energia pulita, non tanto la velocità secondo Gresta.

Hyperloop, il treno a levitazione magnetica
Hyperloop, il treno a levitazione magnetica del tutto ecosostenibile

Investimenti mondiali

“Hyperloop costa 20-40 milioni di dollari a chilometro, ma si ripaga in 8-15 anni. A differenza dell’Alta Velocità che tra manutenzione e costi vari non si ripaga mai e sosteniamo tutti noi con le tasse”.

Questa la parole di Bibop, che per trovare i fondi necessari si è servito di un
crowdsourcing sulla piattaforma JumpStartFund creata dal suo socio, il tedesco Dirk Ahlborn, che è CEO di Hyperloop.

Da quando Musk lo ha pubblicato sul “white paper” nel 2013, i sostenitori del progetto hanno investito oltre 100 milioni di dollari in asset e 40 milioni cash. Senza parlare delle oltre 70 mila ore di lavoro ingegneristico che gli addetti al settore hanno “donato” per contribuire all’iniziativa.

Anche l’Italia è in ballo, infatti Gresta sta trattando con alcune università per la creazione a Milano di un centro di ricerca sul design. Per questo dal 9 al 14 aprile 2019 Hyperloop esporrà la capsula del treno a levitazione magnetica a Milano.

E una cordata di imprenditori italiani e imprese, sono pronti a sostenere l’investimento e interessate a partecipare ad Hyperloop.

Non è fantascienza, ma una realtà

Sempre quest’anno si potrà sperimentare a Tolosa, in Francia, il viaggio nei primi 350 metri nel tubo sotto vuoto.

A ottobre 2020 invece entrerà in funzione il primo Hyperloop al mondo, ad Abu Dhabi, in occasione dell’Expo, su una tratta di 5-10 km.

L’idea è geniale, tecnologicamente avanzata, economicamente fattibile ed ecosostenibile.

In più di un trasporto del genere si potrebbe usufruire senza neanche pagare il costo del biglietto, visto che i costi di gestione sono irrisori.

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefano Sirchia
Meet the author / Stefano Sirchia

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>