,

HUAWEI MATE 20 PRO, CONCENTRATO TECNOLOGICO

HUAWEI MATE 20 PRO, CONCENTRATO TECNOLOGICO

Il nuovo Huawei Mate 20 Pro, top di gamma dell’azienda cinese, si lancia sul mercato sfoggiando la sua tripla fotocamera marchiata Leica.

Il nuovo Huawei Mate 20 Pro viene presentato a meno di un anno di distanza dal P20 Pro, segno che Huawei vuole non solo mettersi al passo con le concorrenti Apple e Samsung, ma addirittura superarle.

 

Il design

Nonostante il suo display da 6,39 pollici, ha un design ed un’ergonomia che permettono una presa salda mantenendo un elevato standard di eleganza.

Sul largo display predomina un notch che contiene l’elemento per il riconoscimento facciale in 3D.

I bordi sono curvi, ma non così tanto da toccare involontariamente il display quando lo si prende in mano. La parte posteriore invece è di vetro zigrinato e alla vista predominano le 3 fotocamere e il flash.

 

Processore Kirin 980

Questo Huawei Mate 20 Pro sfoggia un processore Kirin 980, davvero potentissimo, non solo nel multitasking e nella scorrevolezza delle applicazioni, ma anche nella gestione di video e immagini. Il dispositivo non si riscalda neanche troppo quando spinge al massimo delle potenzialità.

 

Le potenzialità dello schermo

Un elemento importante di questo Huawei Mate 20 Pro e senz’altro lo schermo amoled, con una risoluzione di 1440 x 3120 e un rapporto di 19:9, garantendo una riproduzione video eccellente, grazie alla modalità hdr e l’adattamento automatico dei colori all’ambiente.

Per risparmiare energia è anche possibile mettere il display in modalità nera (anziché bianca) che permette minor consumo sugli schermi amoled.

 

Tripla fotocamera Leica

Huawei Mate 20 Pro in collaborazione con Leica
Tripla fotocamera Leica

Diventano tre le fotocamere del nuovo Mate 20 Pro, in collaborazione, come abbiamo visto in modelli precedenti, con il colosso Leica. Sostituita la fotocamera monocromatica con una dall’ottica grandangolare da 20 Mp.

Quest’ultima vanta un’apertura f/2.2  e lunghezza focale equivalente a 16mm con modalità macro, le altre due invece sono da 40 Mp la principale e 8 Mp il teleobiettivo per le foto da lontano.

Delude un po’ la camera anteriore, qualitativamente di livello più basso, visto il particolare corredo delle fotocamere posteriori.

 

 

Intelligenza arificiale sempre presente

Grazie all’aiuto dell’intelligenza artificiale e al processore  il risultato delle immagini scattate sarà sempre di livello superiore agli standard. Compreso l’effetto bokeh, ovvero la sfocatura che le reflex creano naturalmente, la quale viene riprodotta artificialmente dal Mate 20 Pro con una precisione impeccabile.

 

Huawei Mate 20 Pro con intelligenza artificiale
Prestazioni quasi da reflex

Prestazioni da reflex

Inoltre tramite impostazioni di scatto manuali è possibile variare la velocità dell’otturatore da 1/4000 di secondo fino alle lunghe esposizioni di 30 secondi, spaziando così in tutte le tipologie di scatto, da quello sportivo a quello paesaggistico.

 

 

Anche sott’acqua

Per gli amanti dell’estremo è possibile anche la modalità “sott’acqua”, grazie alla certificazione IP68 che lo rende impermeabile, rende possibile scattare foto in immersione  ed estendere la profondità fino a 5 metri grazie ad un “case” specifico.

 

Video in 4K

Niente da dire sui video, registrati anche in 4K  a 30 fps, con la possibilità di un ottimo editor video per il montaggio.

 

Sensore dell’impronta integrato sul display

Un dettaglio importante è il nuovo sensore d’impronta integrato sotto il display,molto più comodo ma non tanto veloce, come invece il riconoscimento facciale 3D che non perde un colpo.

 

Autonomia

Ben 4.200 mAh la capacità della batteria che garantisce un’autonomia incredibile, completata da un supporto di ricarica rapida da 40W, ultra veloce.

 

Condivisione di carica

Comodissima la funzione di condivisione di carica che trasforma lo smartphone in un caricatore a induzione per qualsiasi altro dispositivo che supporti questo tipo di carica.

carica a induzione condivisibile
Possibilità di condividere la carica

 

Prezzo

La fascia di prezzo è abbastanza alta rispetto ai concorrenti, 1099 €, ma girando un po’ online si può trovare anche intorno alle 800 €

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Stefano Sirchia
Articoli dell'Autore / Stefano Sirchia