,

GIORNATA MONDIALE DELLA RADIO 2020

GIORNATA MONDIALE DELLA RADIO 2020

Il 13 Febbraio è la giornata mondiale della radio, proclamata dall’UNESCO per celebrare la diversità

Giornata mondiale della radio 2020. Torna come ogni anno la ricorrenza UNESCO dedicata alla radio. Oggi 13 Febbraio è l’ anniversario della prima trasmissione radio dell’ONU: era il 1946.  L’invenzione della radio si deve all’italiano Guglielmo Marconi, che brevettò il primo radiotelegrafo nel 1909. Da allora sono arrivate molte innovazioni, ma la radio sembra conservare un ruolo di primaria importanza nella comunicazione di idee. Infatti la radio continua a essere strumento di dibattito e libertà d’ espressione. Ogni anno la giornata della radio ha una tematica. Per il 2020 è la diversità: si celebra quindi la radio come promotrice della diversità in tutte le sue forme.

giornata mondiale della radio
guglielmo marconi e la sua radio

La radio e le nuove tecnologie: giornata mondiale 2020

Oggi i media sono tanti e diversi, ma la radio conserva una sua dignità. La sua presenza  è quotidiana nella vita di milioni di persone. Con l’avvento di Internet sono stati in molti a profetizzare una catastrofe imminente per l’industria radiofonica: ma sono stati cattivi profeti, perchè ad oggi sono molte le piattaforme radio che sfruttano la connettività per trasmettere. La web radio, così come i numerosi podcast, ha il vantaggio della diretta con connessione wifi e la possibilità di rivedere una puntata in qualunque momento grazie allo streaming.

giornata mondiale della radio
dettaglio di una radio a valvole

Radio verso l’innovazione

Ci sono paesi in cui ormai la maggior parte  della comunicazione radiofonica sfrutta il digitale, il Dab+; in testa a questa tendenza troviamo due paesi molto all’avanguardia, cioè la Svizzera e la Norvegia. In italia il digitale fatica ad affermarsi, mentre le trasmissioni in modulazione di frequenza (FM ) sono eccessive, perchè non esistono leggi per regolare l’occupazione delle frequenze.

L’importanza della radio come mezzo di comunicazione

L’ONU celebra la radio come mezzo di comunicazione libero e a basso costo. In alcune parti del mondo particolarmente povere e con analfabetismo diffuso, la radio resta tutt’ora l’unico mezzo di comunicazione disponibile. Insomma, la radio raggiunge le persone più vulnerabili e le comunità isolate. Per esempio in Burkina Faso troviamo oltre 150 emittenti. Le persone hanno un forte legame verso questo mezzo  perchè raggiunge le aree più isolate del paese.

 

Vuoi ricevere Mam-e direttamente nella tua casella di posta? Iscriviti alla Newsletter, ti manderemo due mail al mese con il meglio del nostro Magazine e riceverai subito un regalo!

CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIÙ!

Redazione MAM-E
Articoli dell'Autore / Redazione MAM-E

Rispondi

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>